ASUSTOR blinda la sicurezza dei dati 1

ASUSTOR blinda la sicurezza dei dati

Grazie alla funzionalità di USB binding, che si aggiunge alla crittografia AES a 256 bit, i dati memorizzati sui volumi MyArchive possono ora contare su un doppio livello di protezione.

Taipei, Taiwan, 1 Agosto 2023, – ASUSTOR, uno dei più importanti e innovativi produttoridi NAS fondato nel 2011 con un investimento diretto di ASUSTek Computer Inc., ha introdotto la funzionalità di USB binding per assicurare un doppio livello di protezione ai dati memorizzati sui volumi MyArchive.

Sicuramente una delle feature più apprezzate dagli utilizzatori delle sue soluzioni, la tecnologia MyArchive permette ai NAS ASUSTOR di operare con le stesse logiche delle soluzioni a dischi rimovibili, consentendo di offrire una capacità di archiviazione virtualmente illimitata e assicurando livelli di flessibilità senza eguali.

Sul fronte della sicurezza i volumi MyArchive, oltre al supporto della crittografia AES a 256 bit*, possono ora contare sulla funzionalità di USB binding che, per consentire l’accesso ai dati memorizzati sul disco, richiede la presenza di un dispositivo USB precedentemente associato al volume, che diventa, quindi, una vera e propria chiave di crittografia fisica, portando i livelli di sicurezza a un nuovo livello.

La preparazione e l’associazione al volume MyArchive della chiave fisica, che può essere anche un semplice USB drive, è un’operazione semplice e rapida che può essere effettuata con pochi click del mouse e consente di blindare in modo definitivo la sicurezza dei dati. Una volta effettuata l’operazione di binding, infatti, per accedere ai dati presenti sul disco non è più sufficiente digitare la password utilizzata per la crittografia dei dati, ma è necessario che sia collegato al NAS anche il drive USB precedentemente associato al disco.

Il numero di dischi rigidi MyArchive che i NAS ASUSTOR sono in grado di mettere a disposizione dipende dal numero di bay delle unità secondo la formula N-1, dove N è il numero degli alloggiamenti che il device mette a disposizione. I modelli a 4 bay, quindi, consentono di configurare fino 3 dischi MyArchive contemporaneamente, mentre per i modelli a 10 alloggiamenti il numero massimo di dischi MyArchive configurabili può arrivare a 9. Anche con i piccoli NAS a 2 bay consentono di configurare un disco come volume removibile MyArchive.

I volumi MyArchive supportano i file system EXT4, exFAT, NTFS, HFS+ e Btrfs, garantendo la massima flessibilità e consentendo all’occorrenza d’inserire i dischi MyArchive in enclosure o docking station eSATA/USB per essere letti da PC Windows (file system NTFS) o da Mac (file system HFS+), o venire montati direttamente su altri NAS ASUSTOR, una caratteristica che può essere sfruttata per passare in pochi istanti diversi terabyte di dati da un NAS all’altro.

*Le funzionalità di crittografia dei volumi MyARchive sono supportate esclusivamente dai file system EXT4 e Btrfs.

Maggiori informazioni su MyArchive, sulle funzionalità di crittografia e di USB binding sono disponibili al seguente link:

https://www.asustor.com/admv2?type=2&subject=9&sub=75&lan=ita

ASUSTOR

Fondata nel 2011 attraverso un investimento diretto di ASUSTeK Computer Inc., ASUSTOR, il cui nome nasce dalla combinazione di “ASUS” e “Storage”, è oggi uno dei più importanti e innovativi produttori di NAS e soluzioni per la video sorveglianza, che si dedica anche allo sviluppo e all’integrazione del relativo firmware, dell’hardware e delle applicazioni. Tra i principali obiettivi di ASUSTOR quello di assicurare un’esperienza d’uso ineguagliabile e offrire la gamma di soluzioni di network storage più completa possibile.

Massimo Uccelli
Fondatore e admin. Appassionato di comunicazione e brand reputation. Con Consulenze Leali mi occupo dei piccoli e grandi problemi quotidiani delle PMI.

Questo si chiuderà in 20 secondi

Translate »