News

Bitcoin, esente da IVA in Italia? Chiariamo alcuni dettagli

Bitcoin, esente da IVA in Italia? Chiariamo alcuni dettagli 1

Bitcoin acquisisce un pò di credibilità anche in Italia, dopo le tante e discusse lotte con la Corte di Giustizia già nel 2015, il metodo di pagamento virtuale, ormai famoso in tutto il mondo, ha ottenuto il via libera dall’Agenzia delle Entrate.

La sentenza stabilisce la validità dei BTC, come moneta a tutti gli effetti esonerando utenti e aziende dal pagamento dell’IVA.

Non è tutto oro quello che luccica… va bene che le operazioni eseguite con le BTC sono esenti da IVA ma a questo punto ci domandiamo… Chi la paga? Facciamo un pò di chiarezza:

  • Il possessore di Bitcoin è esente da IVA
  • La azienda che ti permettono il cambio Valuta BTC->EUR e via dicendo sono esenti da IVA
  • Chi acquista e/o vende con i BTC è soggetto a TASSAZIONE PROPORZIONATA AI RICAVI

Quest ultimo paga sia per lui che per i primi due =)

Dulcis in fundo, l’agenzia delle entrate si tiene libera di controllare tutti i movimenti che vengono eseguiti da clienti che usufruiscono di BTC, quindi state ATTENZIONATI 😉

Leave a Response

Fabio Guerrera
Appassionato di sicurezza informatica, analisi dati, ruolo gestionale e di acquisizione clienti tramite il Digital Marketing e Growth Marketing! Il classico cacciatore di teste!
Translate »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. 

 

>> Cookie Policy <<