News

Codici sconto: il boom tra 2015 e 2016

Codici sconto: il boom tra 2015 e 2016 1

Navigare ed acquistare sul web sta diventando sempre più facile ed immediato. E questo porta con se tante domande sul nuovo mondo di fare shopping degli italiani, la prima delle quali è “cosa e dove gli utenti acquistano?”.

Secondo i report di Codicesconto.com,il principale portale italiano dei codici sconto, il 2015 è stato l’anno del vero boom dei coupon digitali. Quindi, semplificando, la risposta potrebbe essere: gli utenti del web acquistano soprattutto dove ottengono maggior risparmio.

Abbiamo avuto la possibilità di leggere i risultati dell’osservatorio di Codicesconto.com,      precursore dei coupon dal lontano 2008 ed oggi autorevole voce del settore, scoprendo dati interessanti su come i navigatori italiani sfruttano i codici sconto per lo shopping online.

Qualche esempio? Se il fatturato dell’ecommerce in generale è cresciuto dell’ +8% nel 2015, l’incremento Codicesconto.com è stato del +38%, indicando un netto aumento degli utenti che acquistano solo dopo aver ottenuto uno sconto.

Non di poco conto è poi il notevole incremento degli acquisti via dispositivo mobile. Non solo è più che raddoppiato il traffico da smartphone (+126%), ma anche la percentuale di acquisti con coupon da mobile ha raggiunto il 17%, con un trend in rapida crescita. Questo è ovviamente favorito dalla recente apertura ufficiale del sito mobile dei codici sconto che si va ad aggiungere alle due applicazione (per Android e Windows Phone) già diffuse ed apprezzate da tempo.

Quindi si scopre che gli italiani comprano sempre di più con lo smartphone. E se è vero che il nostro paese è ancora indietro in fatto di acquisti online, è vero anche che chi fa shopping presenta una sempre maggiore esperienza nel recuperare informazioni, confrontare prezzi e scovare l’offerta o il coupon più conveniente prima dell’acquisto.

Per questioni di spazio non possiamo riportare tutti i dati dell’interessante report, ma ci sembra importante citare le seguenti due curiosità. Tra tipi di offerte più apprezzate ci sono i codici sconto che garantiscono riduzioni in percentuale (oltre il 55% dei coupon usati) mentre, al contrario, l’interesse per il benefit della spedizione gratuita è in netto calo (circa il 10%), anche perché quasi tutti gli shop online la offrono, con o senza minimo d’ordine.

Inoltre c’è un perfetto equilibrio tra maschi e femmine nell’uso dei codici sconto (50,7% i primi, 49,3% le seconde) che sta ad indicare quanto sia trasversale l’offerta dei codici promozionali tra settori merceologici (alcuni tipicamente maschili, ed altri riservati alle donne) assieme all’esigenza di risparmiare da parte di entrambi i sessi quando è il momento di fare un acquisto.

Terminiamo con un suggerimento: se acquistate online è difficile pensare che non abbiate mai usato Codicesconto.com o siti simili. In ogni caso, vi suggeriamo di visitarlo e di aggiungerlo nei preferiti per averlo a portata di mano ogni volta che riempite un carrello virtuale.

E fate attenzione: questi siti sono gratuiti e non obbligano alla registrazione per prelevare un codice sconto, quindi occhio a quelli che vi propongono il contrario!

Leave a Response

Massimo Uccelli
Fondatore e admin. Appassionato di comunicazione e brand reputation. Con Consulenze Leali mi occupo dei piccoli e grandi problemi quotidiani delle PMI.
Translate »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. 

 

>> Cookie Policy <<