Corso di programmazione

[Corso di programmazione #1] – Cosa vuol dire programmare?

[Corso di programmazione #1] - Cosa vuol dire programmare? 1

Con questa prima puntata, Socialandtech inaugura una rubrica settimanale dedicata alla programmazione.

Oggi parleremo dei fondamenti della programmazione e delle sue evoluzioni fino ai giorni nostri.

623-00712354<br /><br /><br /><br /><br /><br />Model Release: No<br /><br /><br /><br /><br /><br />Property Release: No<br /><br /><br /><br /><br /><br />Computer code numbers

La programmazione è una branca dell’informatica che si occupa di sviluppare software o programmi eseguibili da un computer. Questa materia nasce dalla necessità dell’uomo di far svolgere al computer dei comandi. L’informatica di per se si occupa di codificare degli algoritmi o procedure matematiche in modo da renderle comprensibili a un calcolatore. Arriviamo a capire che la programmazione serve a insegnare al computer come svolgere questi compiti. Posto questo problema l’uomo si chiede come  tradurre i propri problemi in un linguaggio comprensibile al computer, e per questo vengono inventati i linguaggi di programmazione.

La prima codifica della storia risale al 1946 inventata da Konrad Zuse anche se non fu mai adoperata per programmare.

Oggi per scrivere programmi generalmente si usano degli editor di testo e il codice, chiamato codice sorgente, è scritto nell’alfabeto tradizionale, tradotto poi dal computer in un codice a lui comprensibile.

I linguaggi di programmazione si dividono in cinque categorie principali: imperativi, strutturati, orientati ad oggetti, funzionali e dichiarativi. Ci sono poi altre categorie minori. Nei linguaggi imperativi le istruzioni sono dei comandi espliciti, che vengono eseguite esattamente nell’ordine prestabilito dal programmatore. I linguaggi strutturati sono linguaggi il cui scopo è limitare la complessità della struttura del controllo dei programmi. I linguaggi a oggetti sono tra i più moderni (objective-c, java)e si basano sul concetto di tipo di dato astratto. I linguaggi funzionali sono basati sul concetto matematico di funzione mentre quelli dichiarativi l’istruzione è una clausola che descrive una relazione fra i dati.

Le applicazioni della programmazione sono molteplici e possono spaziare dalla realizzazione di programmi molto semplici eseguibili dal terminale fino agli sviluppi più nuovi come la creazione di applicazioni per smartphone o tablet.

 

Si chiude qua la prima puntata della rubrica sulla programmazione e vi aspetto alla seconda in cui parleremo di come formulare e risolvere un problema legato alla programmazione.

 

Leave a Response

Translate »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. 

 

>> Cookie Policy <<