AppleRecensioni

Editorial: scrivi in Markdown ma non solo

Editorial: scrivi in Markdown ma non solo 1

Editorial una app per la scrittura che consente di automatizzare un’ampia serie di azioni, proseguendo una rivoluzione appena iniziata per rendere “programmabile” iOS, sarà sicuramente molto utile per chi deve scrivere articoli, recensioni o documenti da esportare velocemente in formattazione HTML, pienamente compatibile con l’integrazione sui siti internet.

Nata dallo sviluppatore berlinese Zorn Ole, editoriale era l’app che ha reinventato l’automazione testo nel 2013. Editorial è un potente editor di testo di Markdown che combina azioni Automator visual con un browser web, frammenti di testo, script Python e schemi URL per sovralimentare testo editing su iOS con la potenza dell’automazione.

Markdown è una sintassi (molto semplice) utilizzata per formattare il testo, può essere poi ad esempio convertita in HTML per la pubblicazione del testo su siti web. La filosofia da cui nasce è quella per cui durante la scrittura di un articolo, è fondamentale rimanere concentrati su quello che si sta scrivendo, senza distrarsi per formattare quello che si sta facendo.

Editorial consente di scrivere utilizzando Dropbox come cloud dei documenti per condividerli o accedervi su più apparecchi diversi. Editorial ha le consuete funzioni di anteprima (HTML), visione documenti, un web browser integrato per fare ricerche senza dover uscire dall’app, una serie di altre funzioni tra le quali una potente funzione di “cerca e sostituisci”, e poi un sistema di automatizzazione sulla base di “azioni” associabili – sulla falsariga di quel che fa Automator su Mac OS X, e una console per Python, il linguaggio di scripting, che consente di eseguire un secondo e più approfondito livello di scripting.

Possiamo scaricare e installare, oppure programmare da zero, una serie di “azioni” per Editorial che consentono di fare molte cose differenti, dalla trasformazione del testo alla sua compattazione, l’utilizzo di espressioni regolari, l’automazione dell’inserimento di note sino all’inserimento di url web recuperandoli automaticamente dalla memoria del copia-incolla o dalla pagina aperta in Safari o in un altro browser, e infiniti altri tipi di possibili combinazioni di azioni.

2013-08-12 22-15-59-editorial-sidebar

Editorial risulta immediata anche per chi non conosce appieno o affatto questa tipologia di scrittura, io per esempio non ho esigenze avanzate, la linea del blog è minimale, quindi non necessito di formattazioni particolari, proprio in questi casi il Markdown trova la sua collocazione ideale.

Editorial 1.2 porta il supporto iOS 8 e pieno supporto dei nuovi iphone 6 e 6 plus, la nuova versione si basa sulla già eccellente 1.1 di Editorial ( ma c’erano un paio di bug e mancanza di supporto per gli schermi più grandi ), e i miglioramenti che porta conseguono a migliorare l’app per gli utenti che utilizzano la funzionalità di automazione e interpretazione Python.

Editorial 1.2 mostra una barra del titolo rinnovato con un nuovo pulsante di impostazioni rapide. Il quest’ultimo si apre un nuovo pannello dove è possibile modificare alcune della maggior parte di editoriale utilizzate impostazioni come tema scuro, modalità sintattica (con HTML, CSS, Fontana e JavaScript ora pienamente supportati) ed editor. C’è una nuova opzione per controllare la dimensione del testo soprannominato ‘text zoom’, che consente di aumentare/diminuire dimensione del testo con semplici tocchi e in tempo reale. È inoltre possibile attivare un’opzione per ridisporre i paragrafi con tocco, che tratterò in un po ‘.

IMG_0045

Editorial è composto da tre modelli di base per i formati di documento supportati – Markdown, testo normale e TaskPaper. Il nuovo sistema di modello in 1.2 editoriale è basato sui flussi di lavoro: efficacemente, modelli di documento sono i flussi di lavoro che consentono di personalizzare il modo viene creato un file alla fine con un’azione Crea documento.L’intero flusso di azioni e blocchi prima della creazione del file è completamente sotto il vostro controllo.

Ora è in possesso di una funzione di ricerca migliorata nell’editor con nuove opzioni per la sostituzione e l’evidenziazione, oltre a una nuova voce di menu per evidenziare tutti articoli in modo più efficiente.

Le novità insomma in questa nuova 1.2 non finiscono qua ma che sicuramente possono farci ammettere che Editorial può essere considerato il miglior editor di testo. Senza dimenticare che lo sviluppatore Ole ha anche sorpreso con un’altra sua ottima app Pythonista, un ambiente integrato per creare script in Python su iOS. Soprattutto, Pythonista consente di utilizzare i cosiddetti URL SCHEME, i comandi strutturati come identificatori unici di risorse tipicamente usati per Internet, che consentono di “passare” ordini e informazioni da una app all’altra.

DeviceScreenshots

Per chi volesse imparare bene ad utilizzare Editorial c’è un ottima guida pubblicata da Viticci Federico, che possiamo chiamarlo un master user di Editorial e che mi ha permesso di fare una ottima recensione di questo prodotto.

Trovare Editorial si App Store al costo di 9,99€ universale sia per iphone che ipad.

 

Leave a Response

Federico Grigolini
Giurista di professione ed amante Apple per passione. La tecnologia mi affascina ed anche nel mio lavoro non posso farne a meno, provare e recensire i prodotti è il mio toccasana.
Translate »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. 

 

>> Cookie Policy <<