‘Energia e Ambiente, le eccellenze al femminile’:Women&Tech annuncia la XVII edizione del Premio Internazionale Tecnovisionarie® 2023 1

‘Energia e Ambiente, le eccellenze al femminile’:Women&Tech annuncia la XVII edizione del Premio Internazionale Tecnovisionarie® 2023

Al via la Call per candidare profili femminili che nella loro attività professionale hanno testimoniato di possedere visione, privilegiando l’impatto sociale, la trasparenza nei comportamenti e l’etica.

Milano, 14 febbraio 2023 – Women&Tech® – Associazione Donne e Tecnologie, network per la valorizzazione del talento femminile nella tecnologia, nell’innovazione e nella ricerca scientifica, lancia la nuova edizione del Premio Internazionale Tecnovisionarie 2023, dedicato al tema “Energia e Ambiente” con l’obiettivo di evidenziare il contributo delle donne in questi settori cruciali per il futuro del pianeta e di celebrare il loro ruolo nel raggiungimento degli obiettivi globali sul cambiamento climatico.

Il Premio Tecnovisionarie, l’appuntamento annuale riconosciuto per il suo valore sociale, dal 2008 celebra le donne che hanno fatto la differenza nei loro campi di specializzazione, contribuendo a promuovere la parità di genere nel mondo tecnologico. A scegliere le migliori Tecnovisionarie 2023 sarà una giuria composta da decisori d’impresa, dell’università, della pubblica amministrazione e di personalità del mondo scientifico, culturale e dei media, che si riuniranno a Roma il 5 giugno nella cerimonia di premiazione presso l’Associazione Civita.

C’è tempo fino al 31 marzo 2023 per proporre le candidature di coloro che saranno le nuove Tecnovisionarie, donne che hanno una visione realista del mondo in cui viviamo, che sono capaci di prospettare un futuro conseguente e abbiano svolto attività coerenti con la loro visione. Le segnalazioni potranno essere inviate online all’indirizzo https://www.tecnovisionarie.eu/edizione-2023#segnala.

Il focus di questa edizione su energia e ambiente è evidente e chiaro: in una fase storica in cui il costo dell’energia è lievitato in modo incontrollabile, la sicurezza degli approvvigionamenti è ritornata a essere la priorità e la produttività delle imprese deve apportare i benefici economici e sociali della transizione ecologica, il ruolo delle donne è ancora marginale. La prima edizione1 del World Energy Employment Report redatto dall’Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA) rivela che l’occupazione nel settore energetico – circa il 2% della forza lavoro totale, pari a oltre sessantacinque milioni di persone – è in ripresa in tutto il mondo ed è destinata a crescere, con un notevole grado di formazione per l’incremento delle competenze, ma evidenzia anche che le donne sono decisamente sottorappresentate. Nonostante contino il 39% dell’occupazione mondiale, le lavoratrici nei settori dell’energia sono solo il 16% del totale. E, come nell’occupazione, le donne costituiscono una quota molto piccola anche dell’alta dirigenza dell’energia: poco meno del 14% in media, percentuali troppo basse per far valere soluzioni data driven ai tavoli di discussione internazionale.

“Per l’edizione 2023 portare l’attenzione su questi temi è stata una scelta naturale quanto doverosa, poiché non solo viviamo in emergenza, ma in questi settori l’uguaglianza di genere è ancora più precaria rispetto ad altri”, dichiara Gianna Martinengo Fondatrice di Women&Tech® – Associazione Donne e Tecnologie e ideatrice del Premio. “Nonostante le donne siano il motore dell’inclusività e dell’innovazione al pari degli uomini, rimangono ai margini della crescita professionale ma non può esistere una società sostenibile senza un loro ruolo centrale. La parità di genere è infatti un catalizzatore per lo sviluppo economico, umano e ambientale e le donne devono necessariamente essere incluse nella realizzazione di tali politiche. Per questo, le Tecnovisionarie 2023 saranno professioniste con una forte visione del mercato nel quale operano e dei trend globali, che puntano alla crescita delle industrie dell’energia nel rispetto degli obiettivi ambientali, affinché il progresso e i suoi benefici siano davvero alla portata di tutti”, conclude Martinengo.

# # #

Women&Tech – Donne e Tecnologie, nasce nel 1999 come progetto di responsabilità sociale di Gianna Martinengo sviluppato all’interno di Didaelkts, l’azienda da lei fondata. Nel 2009 Women&Tech® diventa una associazione condivisa da una rete di aziende e persone che mettono a disposizione le proprie competenze per realizzarne la missione.Gli obiettivi dell’Associazione sono: valorizzare il talento femminile nella ricerca scientifica, nella tecnologia, nell’innovazione; promuovere progetti e azioni finalizzate alla lotta agli stereotipi e alla discriminazione di genere; contribuire all’orientamento dei giovani ai mestieri del futuro anche verso modelli imprenditoriali sostenibili. Gianna Martinengo è un’imprenditrice, umanista di formazione e tecnologa per scelta. La sua visione della scienza e delle tecnologie ha da sempre messo al centro la persona ed i suoi bisogni, rendendole accessibili a chiunque e adeguate per favorire uno sviluppo sostenibile.

1 2022

https://www.womentech.eu/

This will close in 20 seconds

Translate »