Festival di Sanremo ed errori di comunicazione: qualcosa si poteva evitare? 1

Festival di Sanremo ed errori di comunicazione: qualcosa si poteva evitare?

L’edizione del 2024 è terminata e, come ogni anno, non sono mancate alcune polemiche. Quest’anno, però, alcune – soprattutto in termini di PR – avrebbero potuto essere evitate. Come? La risposta è sempre la stessa, con un’attenta gestione di uno degli aspetti più sottovalutate dalle aziende: la comunicazione.

“Gli ultimi casi che tutti ormai conosciamo – spiega Simona Gelosa, PR manager di Communikey – ci hanno dimostrato quanto una attenta pianificazione e una strategia meticolosa possano limitare problemi in termini di comunicazione che, se mal gestiti, possono compromettere l’immagine e, nelle situazioni più gravi e delicate, anche il business. Sanremo, non possiamo negarlo, è una macchina organizzativa molto grande e complessa, ma nonostante ciò non sono mancati alcuni errori di PR, soprattutto nella fase di gestione e contenimento della crisi, che hanno riempito, in questi giorni, le pagine dei giornali”.

Il più eclatante è sicuramente l’attacco ai giornalisti in conferenza stampa: dire che i media vogliono fare polemica a tutti i costi e creare problemi anche quando non ci sono non è per nulla una mossa astuta, anzi. Le accuse di pubblicità occulta per lo sketch di John Travolta, Amadeus e Fiorello sono una notizia ed è prevedibile che i giornalisti pongano l’attenzione su questo aspetto e facciano domande. Non si può pretendere che ci siano sempre e solo elogi.

“Nessuno – aggiunge Simona Gelosa – aveva previsto una eventuale crisi legata alla pubblicità occulta e, di conseguenza, nessuno si è preparato. Andare in conferenza stampa ed attaccare i giornalisti, accusandoli di non aver dato il giusto peso a un’altra cosa (in questo caso la performance di Giovanni Allevi) e non rispondere a domande puntuali (e lecite) non fa altro che peggiore una situazione già abbastanza grave. La trasparenza, come sempre, è tutto. Ma per essere trasparenti occorre essere preparati, sapere cosa dire e come dirlo”.

Questo si chiuderà in 20 secondi

Translate »