Filippo Poletti, il giornalista più seguito su LinkedIn: «Anno bisesto, più lungo di un giorno? Settimana corta tema centrale del 2024» 1

Filippo Poletti, il giornalista più seguito su LinkedIn: «Anno bisesto, più lungo di un giorno? Settimana corta tema centrale del 2024»

«Anno bisesto con un giorno in più rispetto ai 365? Nel corso del 2024 il tema caldo sarà la nuova organizzazione del lavoro e, in particolare, la settimana corta. Dopo l’annuncio nel 2023 dell’orario ridotto in grandi aziende come Intesa Sanpaolo, Lavazza, Luxottica e Lamborghini, l’organizzazione del lavoro continuerà a essere centrale nel dibattito pubblico con riguardo, soprattutto, a imprese di dimensioni ridotte». A spiegarlo è Filippo Poletti, il giornalista più seguito su LinkedIn sulle tematiche del lavoro con più di 100mila follower e che dal 5 maggio 2017, tutte le mattine alle ore 7, condivide una notizia dedicata ai professionisti.

«Nel 2024 continueremo a parlare di parità di genere, smart working e welfare – prevede Poletti, autore del libro “Smart Leadership Canvas: come guidare la rivoluzione dell’intelligenza artificiale” –. Sicuramente la rimodulazione dell’orario sarà uno dei temi caldi. Sotto questo aspetto la maggiore produttività generata dall’intelligenza artificiale permetterà in futuro di efficentare i tempi di lavoro, facendo risparmiare tempo prezioso alle persone e permettendo loro un migliore bilanciamento tra vita e lavoro». 

In vetta alla classifica delle notizie più condivise nel 2023 su LinkedIn con l’hashtag #RASSEGNALAVORO c’è stato l’annuncio di Barilla delle 12 settimane di congedo per i figli anche per gli uomini, retribuite al 100 per cento. Altra notizia molto apprezzata è stata quella della nomina di Giuseppina Di Foggia ad amministratrice delegata di Terna: è stata lei la prima donna a essere stata designata nel 2023 a guidare una grande società quotata, partecipata dallo Stato. Sempre legata a una donna è stata la news molto condivisa dedicata a Ines Carrato, 25 anni di Vallo della Lucania in Campania, specializzanda in medicina di emergenza presso il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico della Capitale: dopo aver sentito dagli altoparlanti la richiesta d’intervento di un medico, Ines è corsa alla carrozza 3, dove ha praticato il massaggio cardiaco a un passeggero colpito da infarto. A completare la cinquina delle belle notizie dedicate ai lavoratori sono state quella relativa alla possibilità di lavorare da remoto anche dai luoghi delle ferie in Generali e quella dell’80 per cento di lavoro da remoto per i neo-genitori fino ai 3 anni dei figli a Birra Peroni. 

«Le persone continueranno a essere molto attente nel 2024 alle belle notizie relative al lavoro – commenta Poletti – e alla promozione dell’armonia tra vita e professione. Uno dei testamenti della pandemia è la ricerca dell’equilibrio tra le esigenze personali e quelle lavorative».

Translate »