Google Cloud annuncia la disponibilità generale di Immersive Stream for XR 1

Google Cloud annuncia la disponibilità generale di Immersive Stream for XR

Google Cloud annuncia la disponibilità generale di Immersive Stream for XR, un servizio che consente di ospitare, renderizzare e offrire esperienze interattive 3D e AR utilizzando la potenza del cloud.

Inoltre, Google Cloud annuncia nuove funzionalità e casi d’uso per Immersive Connections. Ecco le novità:

  • Nuove funzionalità:
    • Supporto per i contenuti sviluppati in Unreal Engine 5.0: Grazie alle nuove importanti funzionalità di Unreal Engine, come Nanite e Lumen, i clienti possono creare esperienze più vaste e realistiche.
    • Rendering del contenuto in modalità landscape: Grazie a questa nuova funzione, gli utenti con dispositivi tablet e desktop possono ora eseguire il rendering su schermi più grandi, ottenendo più spazio per la creazione di interfacce utente sofisticate e abilitando applicazioni immersive complete.
    • Integrazione di Immersive Stream per i contenuti XR: Gli utenti possono ora incorporare i contenuti di Immersive Stream for XR nel proprio sito web utilizzando un iframe, consentendo ad altri utenti di accedere alle applicazioni immersive senza lasciare il dominio.
  • Casi d’uso:
    • Automakers: Immersive Stream for XR è particolarmente vantaggioso per le case automobilistiche che possono ora consentire ai potenziali acquirenti di cercare e personalizzare i nuovi veicoli con dettagli fotorealistici comodamente dal proprio vialetto di casa.
      • Un esempio è Kia, che ha sfruttato la tecnologia per promuovere il Kia Sportage, uno dei veicoli più venduti. L’esperienza è stata resa accessibile tramite il sito web di Kia, oltre che tramite la stampa e YouTube Ads. 
    • Retail: Per molti retailer, i casi d’uso più comuni riguardano gli spazi in cui gli utenti camminano e interagiscono con gli oggetti. Ad esempio, i fornitori di articoli per la casa consentono agli utenti di personalizzare le opzioni e i mobili in casa. Per aiutare i clienti a creare più rapidamente queste esperienze, Google Cloud ha creato un template degli spazi per standardizzare le interazioni, come il movimento dell’utente e l’interazione con gli oggetti.
      • Aosom, un rivenditore di e-commerce di articoli per la casa e il giardino,per esempio, ha recentemente utilizzato il template degli spazi per lanciare un’esperienza che consente agli utenti di posizionare articoli di arredamento in un salotto virtuale o nel proprio spazio utilizzando l’AR. Gli utenti hanno la possibilità di personalizzare il colore e le opzioni dell’articolo e di aggiungere prodotti al carrello.
    • Esplorazione: Con l’aggiunta di Unreal Engine 5.0, gli utenti hanno la possibilità di esplorare attrazioni storiche in tutto il mondo senza lasciare la propria casa.
      • Virtual Worldsutilizza le tecniche di fotogrammetria per immortalare i siti storici, rifinirli con un team di designer e creare esperienze interattive. Per via dei dettagli visivi coinvolti, storicamente queste esperienze richiedevano costose workstation con GPU in grado di eseguire il rendering, e questo limitava la loro disponibilità alle mostre fisiche. Utilizzando Immersive Stream for XR, il team ha creato un tour didattico della Grande Sfinge di Giza accessibile da chiunque abbia uno smartphone, disponibile qui.

Qui di seguito il blog post con tutti i dettagli, disponibile anche a questo link in lingua originale.

Fonte: Bpress

This will close in 20 seconds

Translate »