Google Cloud NEXT ‘24 | Google Cloud annuncia nuove soluzioni, partner e clienti 1

Google Cloud NEXT ‘24 | Google Cloud annuncia nuove soluzioni, partner e clienti

In occasione di Google Cloud Next ’24, Google Cloud annuncia importanti novità per accelerare l’innovazione con l’IA generativa. Dall’infrastruttura ottimizzata per l’IA alle nuove funzionalità di Vertex AI, Google Cloud rende più facile che mai sfruttare la potenza dell’IA generativa aprendo nuove frontiere per aziende, sviluppatori e creator.

Maggiori informazioni sugli annunci sono disponibili nel blog post a firma di Thomas Kurian, CEO di Google Cloud [in italiano]

Alcuni highlight:

  • Un mondo di agenti basati sull’IA: il portfolio IA completo di Google Cloud consente di creare sofisticati agenti IA che possono rivoluzionare il servizio clienti, la produttività dei dipendenti e la creazione di contenuti.
  • Infrastruttura ottimizzata per l’IA: nuove offerte come A3 mega, i chip NVIDIA HGX B200 e NVIDIA GB200 NVL72 in arrivo su Google Cloud, la disponibilità generale di TPU v5p e le opzioni di storage ottimizzate per l’IA forniscono la solida base necessaria per i carichi di lavoro IA più impegnativi. Inoltre, viene presentato Google Axion, la prima CPU personalizzata di Google Cloud basata su ArmⓇ e progettata per i data center.
  • IA ovunque: Google Cloud consente di utilizzare l’IA ovunque, portandola più vicino al luogo in cui vengono generati e utilizzati i dati: all’Edge, agli ambienti air-gapped, a Google Sovereign Cloud. Google Cloud estende inoltre le opzioni di residenza dei dati archiviati a riposo per l’IA generativa sui servizi Vertex AI a 11 nuovi Paesi, tra cui l’Italia.
  • Accesso ai modelli e funzionalità di grounding ampliate: Vertex AI offre ora una scelta ancora più ampia con Gemini 1.5 Pro (con un’enorme finestra contestuale da 1 milione di token), Claude 3, CodeGemma e Imagen 2.  Inoltre Vertex AI ora include funzionalità di grounding in Google Search e nei dati provenienti da applicazioni aziendali come Workday e Salesforce. 
  • Strumenti per gli sviluppatori: Gemini Code Assist e Gemini Cloud Assist aumentano la produttività degli sviluppatori, abilitando un coding più rapido e una gestione semplificata delle applicazioni.
  • IA per i dati: l’integrazione di Gemini in BigQuery, Database e Looker apre nuove possibilità per l’analisi, la migrazione e la governance dei dati.
  • Sicurezza potenziata dall’IA: nuove funzionalità di sicurezza basate su Gemini per migliorare l’intelligence sulle minacce e  la risposta agli incidenti. 
  • Google Workspace diventa più smart: introduzione di Google Vids, un’applicazione alimentata dall’IA per la creazione di video in ambito professionale, oltre a nuovi componenti aggiuntivi di intelligenza artificiale per riunioni, messaggistica e sicurezza.

Comunicato stampa

Translate »