Tech

I Prossimi pannelli solari potrebbero essere migliori grazie ai sali da bagno!

I Prossimi pannelli solari potrebbero essere migliori grazie ai sali da bagno! 1

Alcuni esperti in chimica hanno scoperto che un ingrediente trovato nei sali da bagno, potrebbe sostituire un composto costoso altamente tossico utilizzato nella realizzazione di celle fotovoltaiche.

Gli autori dello studio, pubblicato su Nature , affermano che le cellule di cadmio-tellururo – un tipo di ultra-sottile di pannello solare – potrebbe essere più sicure ed economiche con la loro scoperta. Il composto problematico è il cloruro di cadmio, sostanza chimica cancerogena estremamente costosa che provoca danni a lungo termine alla vita acquatica. E ‘usato come rivestimento per la cella, aumenta notevolmente la sua efficienza, ma richiede molta cautela nel maneggiarlo. Tali precauzioni includono la necessità di indossare abiti protettivi spessi,il dover filtrare il cadmio e smaltirne i rifiuti.Inizialmente, il cadmio-tellururo a film sottile è stato considerato come più conveniente e solo leggermente meno efficiente rispetto al silicio cristallino,che rappresenta la maggior parte delle installazioni di pannelli solari nel mondo. Tuttavia, la sua crescita è stata arrestata a causa di un drastico calo dei prezzi dei moduli in silicio nel 2009.Oggi il cadmio-tellururo è alla pari con il silicio in termini di costo per watt, pur conservando la sua minore efficienza. Come risultato, si ha appena il cinque per cento della quota di mercato solare mondiale.Prossimamente verrà inserito il cloruro di magnesio, una sostanza chimica che si produce in grandi quantità per la produzione di sali da bagno e anche per lo sbrinamento delle strade durante il periodo invernale. Il rivestimento di una cella con questo materiale, ha un’efficienza pari a quelle rivestite di cadmio cloruro, ma 300 volte meno costose e molto più sicure. Le cellule prodotte con questa tecnologia, dovrebbero essere in grado di offrire risparmi significativi rispetto a tutto quello prodotto sino ad ora. Nonostante queste buone notizie, alcuni esperti del settore rimangono scettici:

“La fase di trattamento con cadmio-cloruro non è un fattore di costo importante nel nostro processo di produzione.”

ha dichiarato Raffi Garabredian in un comunicato.

“L’impatto sul lato dei costi sarà limitato”

ha aggiunto Michael Bauer da Calyxo. In entrambi i casi, si spera che questo tempo sia utile per tutti i processi:

“…Il nostro lavoro di laboratorio su piccola scala potrà effettivamente avere un impatto su scala industriale”.

 

(fonte)

Leave a Response

Massimo Uccelli
Fondatore e admin. Appassionato di comunicazione e brand reputation. Con Consulenze Leali mi occupo dei piccoli e grandi problemi quotidiani delle PMI.
Translate »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. 

 

>> Cookie Policy <<