News

Il 2020 sarà l’anno della realtà virtuale?

Il 2020 sarà l'anno della realtà virtuale? 1

Su queste pagine abbiamo parlato spesso delle applicazioni più promettenti e dello sviluppo delle tecnologie legate alla realtà virtuale e al suo ingresso nella vita di tutti i giorni. Oggi, all’alba di un nuovo decennio, possiamo affermare quasi con certezza che il 2020 sarà l’anno della VR a portata di tutti. Ma come entrerà nella nostra quotidianità? E in quali campi? Proviamo a scoprirlo.

La sensazione è quella di essere di fronte al momento della svolta per la VR, con le stime di mercato che affermano che entro la fine dell’anno verranno acquistati oltre 20 milioni di visori in tutto il mondo. Un numero destinato a salire a 120 milioni nel 2022.

La più importante novità potrebbe essere rappresentata dall’avvento degli Smart Glasses, ovvero il dispositivo in grado di unire i mondi fin qui separati di smartphone e realtà virtuale. Alla fine di quest’anno potremo vedere le indicazioni stradali direttamente sul nostro visore o sulla strada, scorrere le notifiche dei social con uno sguardo o semplicemente ammirare un monumento in tempo reale con tutte le informazioni ad esso relative. I prodotti stanno arrivando proprio in questi giorni sul mercato: il più ambizioso è il Magic Leap One, mentre Snapchat sta lanciando i suoi Spectacles e Amazon propone gli Echi Frames con Alexa già integrato.

La realtà virtuale, però, non è destinata a entrare soltanto nel mondo dell’uso personale ma promette di cambiare moltissimi campi del sapere e delle attività umane. In primis quello del lavoro aziendale dove il giro d’affari legato a queste tecnologie vale già oggi i 16 miliardi di dollari ed è destinato a toccare i 160 miliardi nel prossimo quinquennio. Il comparto del B2B sta infatti superando quello del consumo e si stima una crescita del 134% da qui al 2023. A beneficiare dell’innovazione saranno, oltre all’informazione e all’educazione, anche la manutenzione industriale e il retail.

Non farà eccezione il settore del gaming, dove le nuove forme di intrattenimento immersivo inizieranno a farla da padrone. Dal poker online ai videogame saranno infatti moltissimi i titoli in cui la realtà virtuale entrerà in pianta stabile. Le discipline tradizionali vireranno sempre più verso il live e verso esperienze di gioco in prima persona mentre sta già salendo l’attesa per titoli come Iron Man VR, in cui impersoneremo il celebre eroe Marvel, e Half-Life: Alyx di Valve, forse uno dei progetti più ambiziosi di sempre: basti pensare che si tratta di un gioco pensato e creato appositamente per la VR e che non sarà fruibile senza l’apposito visore. A disposizione del giocatore anche guanti gravitazionali che permetteranno di manipolare l’ambiente circostante.

Il 2020 sarà l'anno della realtà virtuale? 2

Che sia l’anno della svolta per la realtà virtuale sono gli stessi investimenti dei grandi gruppi imprenditoriali a dimostrarlo. Apple ha in progetto di lanciare entro la fine di quest’anno un nuovo visore completamente wireless con una risoluzione 8K. Il prodotto, di cui ancora non è stato ufficializzato il nome, si collegherà a un box dedicato sfruttando una tecnologia a corto raggio e alta velocità. Un dispositivo che conterrà un processore potentissimo e che agirà come vero e proprio cervello per il visore. Altre aziende come Leap Magic stanno investendo ingenti risorse nello sviluppo, convinti che lo stesso modo in cui ci approcciamo al mondo è destinato a cambiare in breve tempo. La stessa Facebook si è già mossa in questo senso, acquistando Oculus nel 2014 e affiancandolo alla recentemente acquisita Playgiga, colosso spagnolo del cloud gaming, per la creazione di una nuova frontiera dell’intrattenimento virtuale.

Nel frattempo arrivano suggestive novità anche dal CES 2020 di Las Vegas, la fiera internazionale che ogni anno presenta i dispositivi più avanzati e innovativi al mondo. In questa edizione sarà la volta dei Teslasuit Glove, guanti ideati per gli ambienti di realtà virtuale e in grado di trasmettere feedback tattili alle nostre mani e che potrebbero trovare interessantissime applicazioni nel campo dell’allenamento, delle riabilitazioni mediche e dei lavori manuali di precisione. Il futuro è già arrivato ed è a portata di mano.

Leave a Response

Massimo Uccelli
Fondatore e admin. Appassionato di comunicazione e brand reputation. Con Consulenze Leali mi occupo dei piccoli e grandi problemi quotidiani delle PMI.
Translate »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. 

 

>> Cookie Policy <<