NewsGamingTech

Il mercato del sesso guarda sempre più alla tecnologia

Il mercato del sesso guarda sempre più alla tecnologia 1

La tecnologia è entrata nella nostra vita ormai da diversi anni. L’evoluzione tecnologica, infatti, sembra viaggiare ad una velocità folle tanto da entrare a far parte della nostra quotidianità. La troviamo praticamente ovunque: nel nostro lavoro, visto che ormai ci sono diversi strumenti che ci aiutano a svolgere qualsiasi tipo di compito. La troviamo nei rapporti sociali, grazie ai famosi social network. La ritroviamo, inoltre, anche nella sfera privata.

Ebbene sì, quella parte della nostra vita che si svolge col proprio partner tra le mura domestiche. La sfera sessuale, infatti, è sempre più caratterizzata da oggetti del piacere che sono diventati col tempo ipertecnologici.

Il sesso è approdato su internet con siti dedicati ed è praticamente alla portata di tutti, in qualsiasi momento della giornata. Sul web, infatti, esistono diversi canali dedicati, pensiamo a Pleasure Room, per l’acquisto di prodotti destinati alla coppia. Il mercato della tecnologia del sesso, nel mondo, è stimato in 30 miliardi di dollari, una cifra che rende palese l’importanza e l’imponenza di tale settore.

In più gli sviluppi tecnologici nella robotica e nell’intelligenza artificiale suggeriscono che macchine più evolute sono già all’orizzonte e il fatto che probabilmente si ispireranno alla pornografia e che saranno molto somiglianti agli esseri umani di sesso femminile incute timori legittimi.

Il futuro, anche in questo settore, porta a risultati impensabili fino a qualche anno fa. Grazie alle innovazioni nell’ambito della meccanica, dell’elettronica e dell’intelligenza artificiale, infatti, il futuro fatto di robot studiati apposta per la sfera sessuale stanno diventando sempre più realistici, sofisticati e popolari.

Secondo una ricerca entro il 2050 gli esseri umani avranno più rapporti sessuali con robot che tra di loro. Basti pensare che nel Regno Unito è stato aperto il primo bordello con bambole robotiche, mentre a Parigi è stato inaugurato un altro club che offre ai propri clienti i servizi di bambole in silicone, lingerie e transistor, permettendo loro di scegliere tra quattro modelli che differiscono per forma, colori e dimensioni.

Il mercato della tecnologia sessuale è molto ampio ed adatto a qualsiasi esigenza e per qualsiasi tasca. Uno dei primi dispositivi è stato quello prodotto dalla Abyss Creations, azienda fondata nel 1997 da Matt McMullen con le sue Real Doll che sono presto diventate oggetto del desiderio di molti, che con una spesa tutto sommato modica (all’incirca 5mila dollari) si sono portati a casa un androide iperrealistico a grandezza naturale.

Si tratta di un settore che, dunque, sfrutta appieno le enormi potenzialità delle nuove tecnologie e che punta verso un futuro sempre più realistico. I materiali studiati negli ultimi anni si avvicinano molto – per tatto – alla consistenza del corpo umano. Questo genera sensazioni indescrivibili in chi cerca questo genere di esperienze. Insomma, il mercato del sesso e quello della tecnologia vanno di pari passo, a braccetto

.

Leave a Response

Massimo Uccelli
Fondatore e admin. Appassionato di comunicazione e brand reputation. Con Consulenze Leali mi occupo dei piccoli e grandi problemi quotidiani delle PMI.
Translate »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. 

 

>> Cookie Policy <<