NewsSocial

Internet libero, no alla censura!

Internet libero, no alla censura! 1

Dal 3 al 14 Dicembre 2012 gli stati membri dell’ Unione internazionale delle telecomunicazioni, si sono riuniti a Dubai per aggiornare una serie di procedure che erano ormai datate, infatti risaleva al lontano 1988.

ITU

La riunione è stata tenuta a porte chiuse e non ci è dato sapere con chiarezza assoluta cosa è stato deciso,ma sappiamo quali erano alcuni argomenti molto ” caldi”. Uno di essi era incentrato alla proposta di un Internet libero e aperto, senza legami e disponibile per tutti. Alcuni stati vorrebbero mettere bavagli e avere controlli ancora più severi, come Emirati Arabi,Russia, Cina, Arabia Saudita, Algeria e Sudan; queste frasi sono lo stralcio del loro pensiero:

Gli Stati membri hanno il diritto di gestire i nomi, gli indirizzi e le risorse identificative utilizzate su internet per le comunicazioni internazionali all’interno del loro territorio.

Vi lascio immaginare le conseguenze, il totale annientamento della libertà di stampa e di parola! A tal proposito anche Google poche settimane fa si era opposto a questa proposta, chiedendo al mondo del web di firmare una petizione contro questa manovara ( che io ho naturalmente firmato…).Il comunicato stampa e relativa email della società Californiana non si è fatto attendere, è on line da ieri:

Nel corso delle ultime settimane, siamo, con milioni provenienti da tutti gli angoli del mondo, intervenuti a sostegno di un Internet libero e aperto. La tua voce è stata ascoltata.
Alcuni governi hanno cercato di utilizzare la recente riunione dell’Unione internazionale delle telecomunicazioni a Dubai per aumentare la censura e la regolamentazione di Internet. Al termine della riunione lo scorso Venerdì, 89 paesi hanno firmato il trattato, mentre 55 paesi hanno detto che non avrebbe firmato o che altro riesame era necessario. Noi siamo con i paesi che hanno rifiutato di firmare, e noi siamo con voi. Noi vogliamo ringraziarvi per le vostre azioni nel corso degli ultime settimane. La tua voce ha contribuito a far brillare una luce su un processo che altrimenti sarebbe stata al buio, e ha contribuito a portare la questione della libertà di Internet alla ribalta mondiale.
Con il tuo aiuto, possiamo continuare a contribuire a garantire che i governi da soli non dirigano il futuro di Internet.  Grazie. Alla prossima,

Vint Cerf
Google

Questa è solo una partita della guerra tra le due contrapposizioni, noi naturalmente siamo per internet libero, voi cosa ne pensate ?

 

 

Leave a Response

Massimo Uccelli
Fondatore e admin. Appassionato di comunicazione e brand reputation. Con Consulenze Leali mi occupo dei piccoli e grandi problemi quotidiani delle PMI.
Translate »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. 

 

>> Cookie Policy <<