Apple

iOS8 a mente fredda

iOS8 a mente fredda 1

Dopo qualche giorno da parte di mezzo mondo e mille flame che inevitabilmente girano nel web, anche noi ci sentiamo di racchiudere in questo articolo le nostre considerazioni dopo il WWDC14 ed in particolare su iOS8.

Iniziamo con il nuovo stile Apple, quello del ” se esiste, facciamolo meglio”, quello del dopo Steve Jobs per intenderci. iOS 8 è un miglioramento di iOS 7, con l’aggiunta di alcune funzioni ed implementazioni che, se analizzate bene, fanno di questo nuovo sistema operativo mobile, un sistema ben riuscito. Perchè dico questo? Pensiamo innanzitutto alla schermata di blocco, qui troviamo un metodo migliore di risposta ai messaggi, l’interazione si è fatta molto più facile anche grazie alle interazioni di App di terze parti. Con HealthKit o Salute, come si chiamerà da noi, potremo utilizzare questa piattaforma per la cura della nostra salute , non stiamo parlando solamente di un’App che colloquia con i principali dispositivi indossabili, ma di un centro di controllo in futuro collegabile con cliniche e affini.Apple ha fatto un grande passo anche nell’ambito della domotica con la sua App dedicata, così come lo fanno già aziende specializzate nell’ambito elettrotecnico.Non dimentichiamoci di iMessage, che diventa un vero e proprio centro messaggi, più evoluto di quello di Android, nel quale possimo gestire sms, mms, video, registrare messaggi audio, condividere la propria posizione, sia con altri dispositivi con iOS che con Mac. Bella spallata a WhatsApp e similari! Per chi dispone di un ID di Apple, ci sarà la possibilità di condividere contenuti e App con 6 persone ( presumibilmente parenti o amici stretti).Molto comodo per i genitori che vogliono controllare i loro figli! Si rinnova anche iCloud con un sacco di miglioramenti ed implementazioni. Potremo presto modificare le fotografie scattate ( nuovo editor) ed inserirle in esso automaticamente.Avremo gratuitamente 5 Gb  di spazio e per chi ne vorrà di più avremo taglie differenti con altrettanto differenti prezzi.  Ci aspettiamo anche nuove App di pagamento, dopo l’apertura della casa della mela morsicata, il sensore di impronte digitali sarà sfruttabile per tutti i developer che vorranno utilizzarlo.Pay Pal mi senti? 🙂 Miglioramento, miglioramento miglioramento. Ecco quello che vediamo… Così anche la tastiera si rinnova, in modo da “capire”  in anticipo cosa vogliamo scrivere. Anche qui l’apertura verso terze parti è finalmente supportata, quindi aspettiamoci delle belle news.Pc e iPhone ( o iPad) si riconosceranno al volo e saremo in grado di rispondere ad una chiamata dal Mac, o ad effettuare la funzione di tethering, cosa impensabile fino a poco tempo fa. Android è da tempo che ha questa funzione … Con Spotlight, tutto quello che cercheremo non sarà solamente all’interno del nostro dispositivo, ma anche nell’App store o nel web, questo grazie ad un accordo con Bing.Sappiamo che Apple si è accordata con Shazam, quindi Siri riconoscerà le canzoni.Finalmente potremo vedere quanta batteria consuma ogni singola App, quindi capiremo come mai la batteria duri così poco? A settembre sapremo se la parte hardware sarà in grado ( finalmente ) di migliorarsi.Non dimentichiamoci il collegamento peer to peer dei dispositivi, che bypassa il Wi.Fi. Novità per la Apple Tv in arrivo? Per ultimo parliamo del nuovo linguaggio di programmazione, Swift, linguaggio che sembrerebbe far sorridere gli sviluppatori, sembra in grado di alleggerire i processi e aiutare il loro lavoro. Alcuni di voi storceranno il naso e diranno, tutto qui? Se pensate alla filosofia di qualche anno fa di Apple, direi che non è poco, anzi! Certo non c’è stato nulla di innovativo, ma ad oggi quale azienda sta presentando cose rivoluzionarie?

Leave a Response

Massimo Uccelli
Fondatore e admin. Appassionato di comunicazione e brand reputation. Con Consulenze Leali mi occupo dei piccoli e grandi problemi quotidiani delle PMI.
Translate »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. 

 

>> Cookie Policy <<