IoT 5G ed Edge Computing, soluzioni di connettività cruciali per il futuro del Retail 1

IoT 5G ed Edge Computing, soluzioni di connettività cruciali per il futuro del Retail

A cura di Massimiliano Ballarin, Regional Sales Manager di Cradlepoint Italia

Tra i motori che accelerano la trasformazione digitale del settore Retail, la connettività ha un ruolo fondamentale. Sfruttando i vantaggi dell’Edge Computing con le implementazioni IoT, i retailer possono contare su una connessione resiliente, personalizzabile e performante.

Comprendere la potenzialità di Edge e IoT

Oggi le aziende dipendono in larga misura dall’IoT. Nel mondo del Retail, ad esempio, un ambiente IoT di successo può includere display o segnaletica digitale, videosorveglianza, sistemi di building automation, postazioni self-service e molti altri strumenti che costituiscono la “nuova normalità” dell’innovazione in questo settore.

I dati devono essere trasferiti in modo sicuro al cloud o al data center, per essere poi analizzati dal team marketing o dall’intelligenza artificiale e trasformati in azioni per la crescita del business. Ma affinché i diversi componenti IoT funzionino, è necessario disporre di una connettività affidabile. L’edge computing mitiga le possibili interruzioni e consente di mantenere il pieno controllo dell’ambiente IoT.

Esistono diverse strategie di Edge Computing che le aziende del settore Retail possono sfruttare, ad esempio il Customer Edge offre un vantaggio unico, poiché consente una connessione ad alte prestazioni e funzioni di sicurezza avanzate. Le applicazioni vengono eseguite localmente, migliorando la velocità di elaborazione e riducendo la latenza; ciò permette di risparmiare sui costi di archiviazione e trasmissione dei dati.

Grazie ai container ubicati nel customer edge (ovvero laddove si trovano i clienti), le aziende possono portare componenti chiave del workload delle loro applicazioni vicino agli utenti stessi, decentralizzando così parte dei servizi. Le applicazioni possono processare i dati localmente, migliorando la velocità e riducendo la latenza, oltre che la quantità di dati che deve essere trasferita al cloud.

In sostanza, la catena del valore della vendita al dettaglio sta reinventando sé stessa, con l’obiettivo di soddisfare le nuove aspettative dei clienti e di navigare nell’attuale contesto multicanale. L’orientamento ai dati e all’analisi è al centro di questa trasformazione, che richiede ai retailer un approccio data-driven consapevole, per ridurre i costi, analizzare i flussi di acquisto, ottimizzare l’inventario ed aumentare la marginalità.

Eseguire applicazioni nell’edge migliora la resilienza delle transazioni. Con un router posizionato nel customer edge, nel caso di interruzione di rete, le applicazioni continuano ad essere eseguite localmente fintanto che la connessione di rete non è ripristinata.

Quindi, quando entra in gioco il 5G?

Sebbene i benefici derivanti dalla combinazione tra implementazioni IoT e Edge Computing siano molteplici, ci sono però anche altri fattori da considerare. Abbiamo visto come un numero sempre maggiore di imprese, anche nel settore della vendita al dettaglio, punti sull’Edge Computing per accelerare la propria crescita; tuttavia, non tutti gli esercizi commerciali sono uguali in termini di tempi, posizione e risorse: a seconda dell’ubicazione di alcuni negozi, l’installazione di una connessione a banda larga o in fibra può risultare proibitiva dal punto di vista dei costi o addirittura impossibile. Grazie al 5G e alla connettività cellulare, è possibile connettere location prima irraggiungibili.

Ed ecco che entra in gioco il 5G: con una copertura 5G, infatti, le aziende possono garantire una connessione forte con una latenza inferiore e contare su una trasmissione dati oltre due volte più veloce rispetto alle tecnologie cellulari precedenti. Le applicazioni per l’IoT, che prima non avrebbero funzionato alle velocità necessarie, possono ora essere prese in considerazione grazie alla combinazione di Edge Computing e 5G.

Inoltre, è importante che un ambiente IoT possa contare su un’infrastruttura di rete reattiva, sicura e agile e che le informazioni sensibili, come i dati dei clienti, possano essere protette. Tra i miglioramenti alla sicurezza dello standard 3GPP per il 5G, ricordiamo lo Zero Trust Network Access (ZTNA), le policy basate sull’identità e la sicurezza delle comunicazioni.

Un esempio di IoT e Edge Computing in azione

Un’azienda che fornisce soluzioni tecnologiche per impianti di autolavaggio, con sede nel Michigan, è un ottimo esempio di come IoT e Edge Computing abbiano rivoluzionato le operazioni per i propri clienti. In sintesi, l’azienda è ora in grado di fornire ai proprietari di autolavaggi un’offerta as-a-service basata su abbonamento, che comprende un sistema di rack IT completo e accessori di rete aziendale che si collegano a tutti i dispositivi abilitati da IP.

Lo storage e la trasmissione dei dati sono fondamentali. Tra i molti dati ci sono quelli relativi ai componenti degli autolavaggi industriali, ai sistemi POS e alle prestazioni della rete. Questi dati, che l’azienda esamina e fornisce a ogni cliente, provengono da più fonti e possono essere estremamente sensibili (ad esempio, i dati delle carte di credito dei clienti). L’azienda aveva bisogno di una soluzione di connettività in grado di trasferire efficacemente i dati da più fonti, mantenendoli al sicuro, e che potesse essere configurata in tempi brevi. Grazie all’Edge Computing i dati raccolti in ogni sito vengono trasferiti in modo sicuro e in tempo reale attraverso i router periferici ad un data center centrale. L’azienda può quindi fornire analisi personalizzate, basate su questi dati, agli operatori dell’autolavaggio, che possono così ottimizzare la loro attività. L’installazione di questi componenti di rete non richiede molto tempo ed il fornitore di tecnologia può gestire la manutenzione in modalità SaaS con un canone mensile.

È anche interessante notare come i tempi di attività siano fondamentali per qualsiasi autolavaggio. I macchinari dell’autolavaggio, le operazioni di vendita al dettaglio tramite POS e le telecamere di sicurezza devono rimanere sempre in funzione. L’Edge Computing in un ambiente IoT è utile anche in questo frangente. Con le applicazioni dell’autolavaggio in esecuzione su router locali, anche in caso di interruzione del collegamento, queste ultime possono continuare a funzionare fino al ripristino della connettività. Pertanto, funzioni importanti come il trasferimento dei dati, le telecamere di sicurezza o le operazioni del punto vendita possono continuare a essere eseguite.

Le Aziende Retail di oggi hanno bisogno di una strategia Edge

Mentre la domanda dei clienti continua a cambiare e il significato di “customer experience” evolve, le aziende devono essere pronte a rispondere sempre meglio e sempre più velocemente alle aspettative dei propri clienti.

Grazie ad un ambiente IoT 5G e con la giusta strategia Edge, i retailer saranno preparati ad affrontare le prossime sfide del settore. L’uso dell’Edge Computing nel Retail può aumentare l’efficienza operativa delle aziende, migliorare la customer experience e aiutarle a mantenere un’ottima relazione con i clienti, grazie a servizi senza interruzioni e ad una elevata flessibilità.

Questo si chiuderà in 20 secondi

Translate »