AndroidAppleRecensioni

Mogees ed ogni vibrazione diventa musica

Mogees ed ogni vibrazione diventa musica 1

Mogees nasce dalla famosa campagna di crowfounding dove ha riscosso un successo grandioso e direi che nemmeno il team di sviluppo, che ha avuto l’idea, si immaginava un successo di questa portata.

Prima di tutto quello che mi ha incuriosito di questo prodotto è la semplicità nell’uso, poi guardando qualche video in rete e sono rimasto a dir poco colpito.

Mores non è uno strumento musicale, ma un apparecchio in possesso di un sensore di vibrazioni, e qui la cosa si fa interessante perché questo particolare sensore fa si che ogni vibrazione percepita venga codificata tramutandola in suono, grazie ad un generatore di onde interno. Possiamo dire che ogni cosa diventerà animata, dando vita a delle note musicali sintetizzate.

Mogees4

La confezione è semplicissima e solida per proteggere il nostro piccolo amico, il cui aspetto è molto simile ad uno stetoscopio (in aggiunta alle cuffie con cui lo abbinerete). In dotazione c’è una custodia semirigida per trasportarlo, con un tappo per proteggere la parte sottostante che andrete ad appoggiare quando non lo usate, uno spinotto jack e due dischi in gel.

Mogees5

Il Mogees possiede nella parte inferiore una superficie gommosa adesiva (da qui i due dischi in gel come ricambio), con la quale non avrete problemi ad attaccare il dispositivo ovunque vogliate. Dal Mogees si dirama il cavo di collegamento lungo un metro, molto resistente e rivestito in tela, da attaccare successivamente allo spinotto con jack da 3.5, a cui poter anche collegare le cuffie.

Oltre però all’aspetto hardware dobbiamo considerare quello software, il vero cuore del prodotto da abbinare all’app scaricabile gratuitamente dai vari store (App Store o Google Play Store). Con l’applicazione ed il Mogees andremo a cominciare a suonare, ricordatevi comunque di configurarlo prima. Dobbiamo andare ad insegnare al nostro software le vibrazioni da interpretare, ripetendo varie volte i gesti, che sono praticamente infiniti.

Mogees6

La cosa strabiliante è data dal fatto che Mogees riconosce la dinamica delle vibrazioni, il volume della nota sarà dato in base alla forza esercitata sull’oggetto. Le opzioni avanzate permettono pure di focalizzarsi sui singoli suoni, modificando i parametri dei sintetizzatori, filtri e tante altre cose per più esperti.

Facendo vari test abbiamo notato che la risposta ai gesti risulta immediata, senza ritardi, così da permettere di suonare in modo preciso e stare attenti al tempo.

Mogees7

Un oggetto interessantissimo che incuriosisce tanto, provandolo vi stupirà per la semplicità e per l’aura di magia che dona. Per funzionare non ha bisogno di batterie, perché è alimentato dal jack per le cuffie.

Tutto ciò è stato creato dall’idea di Bruno Zamborlin.

mogees app

Sul sito italiano Backline andremo a comprarlo al costo di 139€, forse un po’ altino per un oggetto non certo professionale. Troverete anche due video per illustrarvi il suo uso. Disponibile anche su Amazon al costo medio di 134€. Qua troverete invece il sito ufficiale con le varie info.

Leave a Response

Federico Grigolini
Giurista di professione ed amante Apple per passione. La tecnologia mi affascina ed anche nel mio lavoro non posso farne a meno, provare e recensire i prodotti è il mio toccasana.
Translate »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. 

 

>> Cookie Policy <<