NewsTech

Pablo Rodriguez: i calciatori sono proprio come i computer

Pablo Rodriguez: i calciatori sono proprio come i computer 1

Pablo Rodriguez, Direttore del settore di ricerca e innovazione di Telefonica, non aveva alcun interesse per il calcio – fino a quando non ha conosciuto  un ex-manager della squadra nazionale dell’unione Unione Sovietica.

calcio

“Tutto è iniziato da Valeriy Lobanovskyi, un calciatore che ha studiato presso l’istituto di Kiev, è diventato un allenatore di calcio, e ha poi ha portato per primo i pc nel mondo dello sport.Prima di lui c’era a malapena il concetto di passaggio. Valeriy ha iniziato a guardare la squadra come se fosse una rete, poi ha deciso ogni giocatore era interconnesso e poteva giocare insieme agli altri.”

ha detto Rodriguez, parlando a WIRED.

Questa idea di una squadra ha colpito Rodriguez, che ripensandoci ha intuito che forse il calcio non è così noioso, dopo tutto. Successivamente, si è imbattuto in Rinus Michels, allenatore del club di calcio olandese Ajax e della nazionale olandese che ha inventato la teoria tattica di calcio totale.

“Fino ad allora i giocatori avevano ruoli specifici, essi erano o difensori o attaccanti che erano sempre fissi in una certa parte del campo. Ora nel “Calcio totale” qualsiasi giocatore potrebbe giocare in qualsiasi posizione.”

L’ultimo pezzo del puzzle è venuto dal tiki-taka, il famoso stile di gioco dell’FC Barcellona.

“Si sono resi conto che la cosa importante non è la struttura, tenere il pallone, farlo girare per il campo e recuperarlo se non ce l’hai. Giocatori hanno cominciato a muoversi intorno alla palla e il resto della squadra ha un movimento armonico che si auto adatta.”

Così Rodriguez ha iniziato a individuare un modello.

“Internet si è evoluto in un modo molto simile alle tattiche di gioco del calcio. Abbiamo usato computer fissi senza connessione. Poi la grande rivoluzione, dieci anni fa con il P2P, ovvero sistemi che hanno permesso ad un computer di eseguire qualsiasi funzione, di apparire e scomparire in qualsiasi punto della rete, creando connessioni casuali tra di loro per passare un file il più velocemente possibile. “

Rodriguez ha iniziato guardando con un occhio diverso, paragonando le tattiche alle reti, analizzando la complessità delle varie squadre per vedere se fanno la differenza.Ha analizzato le modalità dei passaggi della squadra del Barcellona e ha notato che sono le più complesse. ​​Da qui alla sua famosa frase: ” Forse il calcio e l’ informatica hanno qualche cosa da insegnarsi a vicenda!” Oggi lavora con il Barcellona sullo sviluppo di strategie future.

“Ci sono alcuni problemi che i computer non saranno mai in grado di risolvere”

ha detto, citando Alan Turing.

“Allo stesso modo, gli allenatori e i dirigenti non saranno mai sostituiti dai miei computer, ma i computer saranno in grado di aiutarli e lo faranno in un modo mai mai visto prima.”

 

( fonte )

Leave a Response

Massimo Uccelli
Fondatore e admin. Appassionato di comunicazione e brand reputation. Con Consulenze Leali mi occupo dei piccoli e grandi problemi quotidiani delle PMI.
Translate »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. 

 

>> Cookie Policy <<