Professionisti infelici o felici: una ricerca di Jabra svela il paradosso della Generazione Z 1

Professionisti infelici o felici: una ricerca di Jabra svela il paradosso della Generazione Z

Il 52% degli appartenenti alla Generazione Z si sente stressato e sperimenta sintomi di burnout a causa del lavoro, ma riferisce comunque di sentirsi felice nella esperienza lavorativa di tutti i giorni. Il 74% dei Gen Z crede che cambiare lavoro sia un fattore di sviluppo della carriera, il 43% dei Gen Z considera la carriera più importante della vita privata. Per la Gen Z, gli incontri in presenza o in video sono meno importanti per sentirsi in contatto con i colleghi rispetto ai messaggi in chat, con il 28% che sceglie questa opzione e il 36% dei Gen Z non si sente a proprio agio nell’affrontare con il proprio manager la questione dell’insoddisfazione sul lavoro.

Questi sono solo alcuni dei dati emersi all’ultimo rapporto di Jabra, Mind the Gap – How Gen Z is Disrupting the Workplace in 2024, presentato in occasione di ISE e che analizza il tema del lavoro tra le diverse generazioni, condotto tra 4.473 persone in 14 mercati di tutto il mondo, Italia compresa.

Il report integrale è consultabile qui: www.jabra.com/GenZ-2024  

Translate »