NewsRecensioniTech

Recensione Fitbit Versa 2: quando Alexa si mette al polso

Recensione Fitbit Versa 2: quando Alexa si mette al polso 1

Fitbit è stata acquisita da Google e le cose si stanno facendo decisamente serie, chissà se questa acquisizione metterà in crisi il mercato dominato da Apple Watch.

Intanto il nuovo prodotto presentato è una vecchia conoscenza portato a lucido in una nuova veste, si tratta del Fitbit Versa 2, che porta con se i punti di forza di questo marchio ed anche una serie di migliorie interessanti.

Recensione Fitbit Versa 2: quando Alexa si mette al polso 2

Ancora prima di soffermarmi nella descrizione più specifica ammetto che questa nuova versione potrebbe porre le base per iniziale la scalata all’acerrimo avversario Apple Watch.

Recensione Fitbit Versa 2: quando Alexa si mette al polso 3

Tralasciando la solita confezione, ordinata e elegante, il nuovo Fitbit Versa 2 il realtà non presente un design differente, anzi possiamo dire quasi identico al primo Fitbit Versa.

Nella confezione troviamo:

  • Fitbit Versa 2 versione SE
  • Cinturino in tessuto (nelle taglie S e L)
  • Cinturino Classic (nelle taglie S e L)
  • Cavo di ricarica* 

piccola nota negativa: il cavo non risulta essere compatibile con il primo modello, a Fitbit piace diversificare 

Recensione Fitbit Versa 2: quando Alexa si mette al polso 4

Guardando più del dettaglio ci si accorge di qualche differenza, il display è leggermente più grande, un solo tasto laterale ed un foro, che andremo a parlarne più avanti.

Recensione Fitbit Versa 2: quando Alexa si mette al polso 5

Appena acceso noteremo la prima grande novità ossia il display AMOLED che restituisce un effetto più luminoso, grazie anche al sensore di luminosità, e non ci saranno problemi nel leggere ciò che ci appare sul display. Display che presenta comunque qualche bordo visibile (pochi millimetri).

Recensione Fitbit Versa 2: quando Alexa si mette al polso 6
Recensione Fitbit Versa 2: quando Alexa si mette al polso 7

Altra novità è la modalità “always on” del display, in linea con l’antagonista Apple Watch 5, ottimo per leggere l’orologio in ogni occasione senza per forza girarlo verso di noi; modalità che comunque consuma un pò più batteria del normale. Rimane comunque il risveglio tramise rotazione del polso, che con aggiornamento software è stato migliorato togliendo un conflitto che lo affliggeva.

Recensione Fitbit Versa 2: quando Alexa si mette al polso 8

Nonostante questo la sua autonomia è il fiore all’occhiello e riusciremo a fare 6 giorni con rilevazione battito cardiaco sempre attiva ma con always-on disattivato; con essa attiva si attesta circa a 4 giorni.

Recensione Fitbit Versa 2: quando Alexa si mette al polso 9

Il software è un must, ci sono parecchi anni dietro alla sua lavorazione, risulta preciso e semplice da usare. Facendo uno swipe verso l’alto troviamo il riepilogo giornaliero con le informazioni sul fitness del giorno, passi, ore attive, battito cardiaco a riposo, ore di sonno e giorni di attività fisica. Al contrario se eseguiamo uno swipe verso il basso troviamo le ultime notifiche, con un secondo swipe verso il basso appare un secondo menù dove sono presenti una serie di scorciatoie. Nell’applicazione Fitbit potremo scegliere quali notifiche ricevere, segnalate, oltre che sul display, anche con una vibrazione. Alle notifiche sarà possibile, se lo prevedono, rispondere (solo con Android) con emoji, messaggi predefiniti oppure tramite la voce, altra ottima aggiunta è stata quella di un microfono.

Recensione Fitbit Versa 2: quando Alexa si mette al polso 10
Recensione Fitbit Versa 2: quando Alexa si mette al polso 11

Ma visto che le novità non sono finite qua, con Fitbit Versa 2 possiamo avere Alexa come assistente virtuale, non rimane sempre attiva, dovremo infatti cliccare il pulsante laterale per richiamarla e ci fornirà solamente il feedback testuali per quanto riguarda le risposte dirette; non sarà come Siri per Apple Watch ma è un grande passo avanti.

Recensione Fitbit Versa 2: quando Alexa si mette al polso 12

L’integrazione con Alexa non risulta esser completa nemmeno in abbinato ai dati Fitbit, non potremo chiedere quanti passi abbiamo fatto o le calorie bruciate, oppure effettuare una chiamata.

Recensione Fitbit Versa 2: quando Alexa si mette al polso 13

Visto il display always-on, ecco spuntare una modalità sonno che in automatico farà sì che l’orologio non possa più disturbarvi durante la notte, potendo impostare un’attivazione automatica in base all’orario. Per la registrazione del sonno, non si può non elogiare Fitibit, che vanta un sistema molto preciso delle varie fasi del sonno, con indicazione di cosa significano i risultati ottenuti, novità anche l’assegnazione di un punteggio, comprensivo sia della durata del sonno che sulla qualità. Con la sveglia intelligente sarà in grado di capire il momento giusto in cui svegliarci in base al tipo di sonno e all’ora impostata, per un risveglio meno traumatico.

Recensione Fitbit Versa 2: quando Alexa si mette al polso 14

Versa 2 possiede un App Store, non ai livelli di Apple, ed è completamente compatibile con i servizi di musica Deezer e Spotify Premium, per ascoltare la musica in streaming dalle cuffie connessi via Bluetooth al telefono; in ogni caso sarà possibile trasferire brani mp3 nella memoria interna. Per il pubblico femminile è presente la funzione per tracciare il ciclo mestruale.

Per i pagamenti, non dobbiamo dimenticare la presenza di Fitbit Pay, dando modo di avere un portafoglio digitale.

Conclusione

Fitbit Versa 2 è un prodotto davvero ben riuscito, che ha migliorato con novità improntati quello che era il primo modello, e credo che l’abbia fatto a pieni voti. Si tratta di un prodotto leggero, con ottima autonomia, display AMOLED ed ora anche Alexa. Ha ancora qualche piccolo limite, legato ad Alexa ed all’assenza di GPS, ma possiede un software davvero eccezionale, pensato per il fitness e vuole dare un occhio anche a come dorme.

Oltre a nuovi quadranti è possibile personalizzarlo tra tre varianti di colori della cassa e parecchi di cinturini.

Fitbit Versa 2 è disponibile sul sito ufficiale Fitbit (a cui vi rimandiamo per ulteriori informazioni) in cinque colorazioni al prezzo di 199,99€, oppure in due colorazioni per la versione Special Edition, con cinturino in tessuto, al prezzo di 229,99€ (quella da noi recensita).

Fitbit Versa 2 è disponibile anche su Amazon.

Fitbit Versa 2

199,99€
9

Design

9.0/10

Resistenza

9.0/10

Materiali

9.0/10

PRO

  • Alexa....
  • Display AMOLED
  • Autonomia
  • App Fitbit

CONTRO

  • ....ma poco integrata
  • Interazione con iPhone limitata
  • Niente GPS
  • Risposte solo con Android

Leave a Response

Federico Grigolini
Giurista di professione ed amante Apple per passione. La tecnologia mi affascina ed anche nel mio lavoro non posso farne a meno, provare e recensire i prodotti è il mio toccasana.
Translate »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. 

 

>> Cookie Policy <<