Recensione Jabra Elite 8 Active: i compagni ideali quando facciamo sport e non solo 1

Recensione Jabra Elite 8 Active: i compagni ideali quando facciamo sport e non solo

L’azienda Jabra non ha certo bisogno di presentazioni quando si tratta di realizzare un prodotto audio, negli anni abbiamo avuto modo di testare parecchie delle loro cuffie ed auricolari ed oggi siamo arrivati alla numerazione 8 e 10 dei modelli Elite.

Nel catalogo di Jabra troviamo dei modelli dedicati maggiormente a chi fa sport e oggi vi racconteremo dei nuovi Elite 8 Active, pensati proprio a chi si dedica allo sport a tutto tondo compreso quello più estremo, infatti questi auricolari risultano decisamente resistenti, posseggono la certificazione MIL standard militare statunitense 810H (possono resistere anche a alte e basse temperature, altitudine estreme), la certificazione IP68 (resistenza all’umidità, polvere e pioggia e acqua salata, completamente impermeabili se sommersi fino a 1,5m), senza dimenticare anche le ultime tecnologie come la cancellazione attiva del rumore e la modalità di trasparenza.

Recensione Jabra Elite 8 Active: i compagni ideali quando facciamo sport e non solo 2

Il design dei nuovi Elite 8 Active ripercorre quello dei modelli precedenti rimanendo un pò più affusolato. Rimangono ben saldi nell’orecchio con un design che si adatta perfettamente al condotto uditivo.

Nella confezione troviamo:

Elite 8 Active 

Case di ricarica (resistenza spruzzi e polvere IP54)

3 x EarGels in silicone (S, M, L) 

Cavo di ricarica da USB-A a C 

Dimensioni dell’unità principale (L x A x P) 19,7 mm x 19,7 mm x 29 mm

Dimensioni della custodia di ricarica (L x A x P) 24,4 mm x 46,9 mm x 65,4 mm

Peso di ciascun auricolare 5 g

Peso (custodia di ricarica) 46,4 g

Lunghezza del cavo USB 20 cm

Recensione Jabra Elite 8 Active: i compagni ideali quando facciamo sport e non solo 5

Il case risulta arrotondato, un pò in stile AirPods Pro per intenderci, facile da mettere in tasca mentre gli auricolari sono composti da una superficie definita ShakeGrip in materiale gommato che permette una migliore presa quando vengono posizionati nell’orecchio, oltre ad essere molto comodi da indossare. 

All’interno troviamo driver integrati da 6 mm riproducono frequenze da 20 Hz a 20 kHz e supportano Bluetooth 5.3 e i codec SBC e AAC, mentre non posseggono codec ad alta risoluzione come aptX o LDAC, ma offrono Active Dolby Audio che da modo di avere un suono come se venisse dall’ambiente intorno a noi. 

Recensione Jabra Elite 8 Active: i compagni ideali quando facciamo sport e non solo 6

Per connetterli non dovremo far altro che premere entrambi i pulsanti sugli auricolari per tre secondi oppure grazie a Google Fast Pair sugli smartphone Android la connessione wireless avverrà direttamente tramite un pop-up corrispondente. Supportano il Multipoint cosi da poter passare agevolmente da un dispositivo ad un atro senza doverci riconnettere. 

Come avete potuto modo di leggere dobbiamo premere i pulsanti sugli auricolari, infatti in questo caso Jabra non ha utilizzato superfici sensibili al tocco, basandosi invece sui pulsanti classici (la superficie esterna dell’auricolare è un pulsante), quindi in questo caso non avremo problemi di sbagliare e anche se dobbiamo premere gli auricolari, l’attuazione è immediata cosi da non premerli spingendoli dentro all’orecchio, grazie proprio ai buoni punti di pressione del pulsante.

Recensione Jabra Elite 8 Active: i compagni ideali quando facciamo sport e non solo 7

Pertanto il funzionamento di queste cuffie avviene con clic singoli, doppi e tripli; mentre il controllo del volume, che può essere aumentato o diminuito, dovremo premere e tenere premuti i pulsanti sinistro e destro.

Jabra Elite 8 Active possono essere utilizzati anche in modalità mono, quindi potremo utilizzare un auricolare nella custodia mentre l’altro nell’orecchio continuerà a suonare senza interruzioni.

Recensione Jabra Elite 8 Active: i compagni ideali quando facciamo sport e non solo 8

Passando all’autonomia, Jabra dichiara un tempo di esecuzione fino a 14 ore (senza ANC) con una sola carica, e la custodia può caricare completamente le cuffie fino a quattro volte, dando modo di garantire 56 ore di autonomia totale (senza ANC). Per chi necessita di un’ora aggiuntiva veloce vi basteranno solo cinque minuti di ricarica nella custodia con la ricarica rapida. La custodia può essere ricaricata tramite USB-C o in modalità wireless.

Prima di passare a come suonano e alla tanto amata cancellazione del rumore voglio soffermarmi sull’applicazione di Jabra, la Jabra Sound+ che sicuramente è un’alta grande aggiunta agli auricolari con un design moderno ed una serie di funzioni niente male.

Recensione Jabra Elite 8 Active: i compagni ideali quando facciamo sport e non solo 9

L’applicazione è un’aggiunta assolutamente scontata se volete utilizzare al massimo gli auricolari Jabra, in quanto consente, tra le altre cose, l’opzione di utilizzare la doppia pressione sinistra per passare tra Spotify e Alexa/assistenza vocale o l’attivazione/disattivazione della riproduzione audio durante l’utilizzo della modalità HearThrough. Saremo in grado di attivare anche il Dolby Audio, scegliere tra sei preset EQ e cambiare e salvare manualmente l’EQ a 5 bande.

Come impostazione predefinita è attivo il Sidetone, cioè la possibilità di sentire la propria voce durante una telefonata; in questo caso potremo accenderlo/spegnerlo, impostato in cinque livelli. 

Recensione Jabra Elite 8 Active: i compagni ideali quando facciamo sport e non solo 10

Si aggiunga la funzione “Trova il mio Jabra” che permette di ritrovarle usando una mappa e toni. 

A tutte queste funzioni si aggiungano anche quelle classiche per scaricare gli aggiornamenti del firmware, leggere lo stato della batteria o conoscere le funzioni di base delle cuffie tramite una guida rapida.

Ma veniamo ora alle parti salienti ossia alla cancellazione del rumore (ANC), diciamo che il risultato è più ce soddisfacente anche se rimane ancora molto sotto rispetto alle Apple AirPods Pro.

Per quanto concerne le basse frequenze e quelle medie si sono comportati molto bene, mentre la gamma ad alta frequenza rimaneva non troppo soppressa. Tutto sommato la prestazione è stata solida anche se non risultano tra le migliori sul mercato.

La modalità HearThrough ossia di trasparenza integrata funziona bene e offre una regolazione in cinque livelli della percezione del rumore esterno, tramite l’app di Jabra. 

Venendo all’audio e partendo dalle frequenze più basse li ho trovati sicuramente energici e visto che strizzano u occhio allo sport non può che fare bene, non fornendo distorsioni distorsioni a volume più alto; la gamma media, insieme agli alti, producevano un suono molto equilibrato e preciso senza sbavature.

Il supporto per Dolby Atmos è sicuramente uno dei punti salienti delle Jabra Elite 8 Active, da modo di avvertire il suono come se venisse dall’ambiente intorno a noi, un sensazione molto più realistica. 

Per quanto riguarda le telefonate Jabra ha inserito nelle Elite 8 Activeben sei microfoni che garantiscono un suono cristallino con poco rumore di fondo. La voce rimaneva molto chiara e naturale.

Conclusione

Jabra Elite 8 Active mi hanno piacevolmente sorpreso, con una costruzione robusta, ottima vestibilità ed un’ottima certificazione di resistenza.

L’applicazione è ben fatta e ricca di funzioni, indispensabile per i nostri auricolari.

Per lo sport sono sicuramente un prodotto di punta, ANC non eccezionale ma che fa il suo e buon il riscontro nelle telefonate.

Se stai cercando un basso presente che ti spinga al limite anche sotto la pioggia battente e allo stesso tempo puoi gestire senza la migliore cancellazione del rumore, sei nel posto giusto. Quando si tratta di robustezza e 

Jabra Elite 8 Active sono presenti sul sito del produttore oppure su Amazon al costo di €199 in diverse colorazioni.

Federico Grigolini
Giurista di professione ed amante Apple per passione. La tecnologia mi affascina ed anche nel mio lavoro non posso farne a meno, provare e recensire i prodotti è il mio toccasana.
Translate »