AppleRecensioni

Snapselect e Snapheal, entrambi Snap ma fanno cose diverse

Snapselect e Snapheal, entrambi Snap ma fanno cose diverse 1

Ecco altre due app della famosa software house MacPhun, ovviamente sono app per la fotografia ma come il titolo già vi dice sono totalmente differenti nonostante facciano “Snap”. Andiamo a scoprirle insieme.

Partiamo con Snapheal che arriva nel Mac App Store con un bel bagaglio di attrezzi utili per ritoccare le nostre fotografie, teoricamente è dedicata a piccoli ritocchi ma sostanzialmente ci permette di personalizzare le immagini in un modo molto creativo e soprattutto semplice. Un’applicazione studiata per cancellare oggetti ed imperfezioni dalle immagini in digitale e per migliorare la loro qualità.

icon2561

Tutti gli strumenti si trovano a destra, e oltre alla sezione Cancella, che è la funzionalità principale, ce ne sono altre due, Ritocca (abbiamo la possibilità di operare su elementi dell’immagine grazie ad uno strumento pennello e ad una maschera, nella seconda regoleremo interamente l’immagine) e Regola, che permettono di apportare alcuni ritocchi, come clonare una parte dell’immagine, ruotarla o regolare il colore.

Le funzioni più interessanti sono:

– rimozione degli elementi indesiderati (watermark o oggetti) tramite tre metodi da scegliere a seconda del contesto e del tipo di oggetto da rimuovere

– cura delle imperfezioni della pelle 

– regolazione della luminosità, gamma, saturazione, blur e altri parametri classici del fotoritocco

– utilizzo di maschere di livello

Ma la funzione, molto richiesta da parte di chi tratta immagini in digitale, è quella di eliminare oggetti dalle immagini. Snapheal Pro offre diverse opzioni in questo ambito ed è questo l’elemento di maggior interesse, probabilmente, per la maggior parte di coloro che acquisteranno l’applicazione.

Snapselect-Mac-pic0

La procedura di cancellazione, che è poi quella che impegna di più il processore del Mac, avviene rapidamente. Se eliminate un oggetto di grandi dimensioni o più elementi, una finestra di avanzamento mostra a che punto è il processo.

Possiamo regolare il diametro del pennello, deselezionare alcune aree, e scegliere tra tre modalità di cancellazione (vi diamo anche qualche consiglio) : Wormhole, è l’ideale per le piccole imperfezioni e gli oggetti; Shapeshift, per oggetti di grandi dimensioni, e Twister va bene per foto del cielo e piccoli oggetti. Se non siete soddisfatti del risultato, è una buona idea annullare e provare con una delle altre modalità di cancellazione, magari troverete dei risultati migliori anche con modalità differenti da quella utile per quel specifico oggetto.

52868_scr_uc1

L’applicazione di Macphun in questo ambito offre praticamente tutto quel che serve in fatto di strumenti per un controllo pressoché perfetto con strumenti regolabili. L’importante è conoscere i limiti generali della tecnologia, come per ogni cosa non pensiate che anche se ottime app possano fare miracoli veri e propri.

Una volta finito, è possibile salvare l’immagine sul Mac, condividerla via mail o pubblicarla su Facebook, Tumblr, Flickr oppure Twitter.

Trovate Snapheal su Mac App Store al costo di 4,99€ mentre quella utilizzata da noi è la versione Pro che trovare sul sito al costo di 39,99€


 

Passiamo ora a Snapselect app fotografica di Macphun, che permette di organizzare meglio la propria libreria fotografica per selezionare gli scatti migliori, mettere in ordine le foto in pochi e semplici click.

icon256

Il funzionamento è semplice ed una grafica minimal, inoltre all’avvio di SnapSelect un tutorial, per ora in inglese, ci spiega come muovere i primi passi nel programma, e questo si rivela utile anche se non conosciamo l’inglese.

Basta importare le foto dalla cartella, libreria o hard disk esterno in cui sono archiviate; Snapselect utilizza quindi una tecnologia brevettata di riconoscimento delle immagini per raggruppare automaticamente immagini simili e duplicate e per ordinare tutte le foto in base alla data e all’ora di scatto, per una visualizzazione più pratica; aiutare a scegliere le immagini migliori e mettere da parte quelle che non sono venute bene.

News_Snapheal8

Oltre a selezionare le foto da qualsiasi cartella Snapselect permette anche di andare a leggere le librerie di iPhoto e Aperture e il catalogo di Adobe Lightroom, funzione molto utile per selezionare la quantità di foto presenti sul nostro disco; Snapselect riconosce la maggior parte dei formati fotografici, Raw compresi.
Nella finestra principale troviamo le impostazioni per rifinire la ricerca degli scatti simili o duplicati, in base a due valori distinti, Accuratezza e Spazio Tempo; le modifiche possono essere apportate in tempo reale ed avere un riscontro immediato sulla selezione, quindi molto utile per selezionare il metodo più efficace.

Snapheal-photo-editor1

Una volta che la propria libreria di foto è stata “ripulita”, Snapselect può aiutare a tenerla in ordine effettuando la scansione delle foto al momento dell’importazione da schede di memoria o da altre font oppure tornare indietro e cercare vecchie foto di famiglia per creare un album fotografico o evento.

Snapselect è disponibile su Mac App Store al costo di…….é gratis!!!!

 

 

Leave a Response

Federico Grigolini
Giurista di professione ed amante Apple per passione. La tecnologia mi affascina ed anche nel mio lavoro non posso farne a meno, provare e recensire i prodotti è il mio toccasana.
Translate »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. 

 

>> Cookie Policy <<