NewsSicurezza

Videosorveglianza, ecco come scegliere l’impianto migliore

Videosorveglianza, ecco come scegliere l'impianto migliore 1

Il ricorso a un impianto di videosorveglianza è fondamentale per proteggere la propria abitazione ed evitare che entri nel mirino dei ladri: una casa incustodita e senza telecamere è facile preda dei malintenzionati, allettati dalla completa mancanza di misure di sicurezza. Sul mercato si possono trovare numerose proposte in grado di assecondare l’esigenza di monitorare una o più proprietà: vale la pena di scoprire le loro caratteristiche, così da riuscire a trovare quella più adatta ai propri bisogni e, al tempo stesso, vantaggiosa dal punto di vista economico.

Le webcam

Il sistema meno costoso è rappresentato di sicuro dalle webcam abbinate ai computer: la casa viene sorvegliata tramite un software per le videochiamate. Tutto quel che bisogna fare è collocare la webcam in modo tale che sia rivolta verso i locali che si desidera sorvegliare, con un collegamento al computer che può essere wifi o tramite cavo. Con una connessione a Internet, il problema è risolto, anche se ovviamente c’è l’inconveniente di dover lasciare il computer acceso. Non solo: nel caso in cui si verifichi un salto di corrente, il sistema di sicurezza non funzionerebbe più. Ecco perché è preferibile ricorrere a kit videosorveglianza IP o comunque a soluzioni che offrano delle funzioni aggiuntive, come per esempio l’invio di un messaggio nel momento in cui viene rilevata un’intrusione o i sistemi di rilevazione.

Le cam UMTS

Le cam UMTS sono delle videocamere particolari grazie a cui è possibile ricevere videochiamate per riuscire a monitorare una certa zona. Il loro funzionamento è paragonabile a quello dei classici telefoni cellulari, nel senso che si tratta di telecamere che al proprio interno possiedono una SIM, con tanto di numero associato. In alternativa si può fare riferimento alle IP cam, che sono collegate a Internet in qualsiasi momento e sono dotate di un indirizzo IP univoco. Ciò vuol dire che, ovunque ci si trovi nel mondo, con una semplice connessione a Internet ci si può collegare alla telecamera desiderata per visualizzare tramite browser la zona che viene sorvegliata dalla stessa. La differenza tra una webcam e una IP cam è che quest’ultima non presuppone la presenza di un computer per garantire il collegamento a Internet. Ciascuna IP cam è dotata di un indirizzo di rete specifico, il che vuol dire che ci si può collegare da remoto in ogni momento semplicemente conoscendo quell’indirizzo. 

Le IP cam

Le IP cam sembrano avere, almeno in teoria, un piccolo difetto: l’indirizzo IP che viene messo a disposizione dal provider, infatti, tende a variare con una certa frequenza, il che vuol dire che ogni volta che la IP cam si connette è assegnato un indirizzo nuovo. Tale inconveniente può essere annullato in modo molto semplice: è sufficiente appoggiarsi a un server DDNS, grazie a cui a un indirizzo IP può essere attribuito un nome DNS che non varia al variare dell’indirizzo. DDNS è l’acronimo di Dynamic Domain Name System: si tratta di un sistema che permette di accedere alla IP cam in qualsiasi momento semplicemente attraverso l’URL del software di navigazione, senza più preoccuparsi del variare dell’indirizzo IP.

Le IP cam mettono a disposizione di chi vi ricorre un gran numero di benefici: per esempio, offrono la possibilità di collegarsi alla rete in modalità wireless, e dunque senza che vi sia la necessità di utilizzare dei cavi, se non quello di alimentazione per la corrente. Non solo: alcuni modelli possono prevedere la presenza di un motorino installato all’interno, grazie a cui si spostano sui quattro lati. Infine, vale la pena di ricordare che diverse IP cam consentono di registrare su server FTP, con le immagini che possono essere controllate anche da remoto.

 

Leave a Response

Massimo Uccelli
Fondatore e admin. Appassionato di comunicazione e brand reputation. Con Consulenze Leali mi occupo dei piccoli e grandi problemi quotidiani delle PMI.
Translate »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. 

 

>> Cookie Policy <<