Aiuti alle AziendeCoronavirusNews

WASP RILASCIA IN OPEN SOURCE IL SOFTWARE PER REALIZZARE MASCHERINE SU MISURA

WASP RILASCIA IN OPEN SOURCE IL SOFTWARE PER REALIZZARE MASCHERINE SU MISURA 1

Sviluppato MY FACE MASK ADD-ON BLENDER 2.82 grazie alla collaborazione con Alessandro Zomparelli

Prosegue senza sosta l’attività di WASP nel contrasto al Covid-19. Ora la stampa 3D di mascherine protettive su misura MY FACE MASK è diventata più precisa, rapida, facile e alla portata di tutti. Assieme al Team WASP, il Professor Alessandro Zomparelli in questi giorni ha sviluppato un software open source ad hoc per la modellazione a partire dalla scansione del volto: MY FACE MASK ADD-ON BLENDER 2.82.

Dopo aver studiato e progettato in pochi giorni le mascherine, sono proseguiti a ritmo febbrile i test e le sperimentazioni per ottenere uno strumento protettivo sempre più affidabile, destinato in particolare a chi è esposto maggiormente ai rischi del contagio. Era peraltro molto importante anche renderlo ancora più semplice e veloce da realizzare. Oggi MY FACE MASK è una mascherina che può essere replicata facilmente e in tempi brevi da chiunque abbia a disposizione una stampante 3D, partendo dalla scansione del proprio volto con un telefono cellulare e utilizzando MY FACE MASK ADD-ON BLENDER 2.82. L’intero percorso di modellazione è stato studiato in modo da guidare l’utilizzatore passo dopo passo fino all’oggetto finito, lasciando libertà di operare in una seconda fase con il set completo dei comandi di Blender. Ad esempio è possibile adattare automaticamente la mascherina al viso, o migliorare ulteriormente l’aderenza in prossimità del naso. Inoltre è stata introdotta una funzione per poter scrivere sulla mascherina, in modo da poterla distinguere in fase produttiva.

Come già annunciato, MY FACE MASK segue fedelmente i lineamenti del volto di ogni utilizzatore. Oltre ad essere comoda da indossare, evita eventuali fastidi collaterali come piccole irritazioni, occhiali che si appannano. Può essere lavata e sterilizzata più volte. Nella parte centrale va inserito un filtro intercambiabile. Nei giorni scorsi sono state testate più volte le caratteristiche di diversi materiali e oggi WASP ha scelto uno speciale TPE di grado medicale che può essere utilizzato a contatto con la pelle.

Dopo aver stampato le mascherine per i propri dipendenti, WASP ha cominciato ben presto a rispondere alle richieste pressanti e urgenti che provenivano da quegli operatori che sono più in prima linea e quindi rischiano maggiormente di contrarre il Covid-19: polizia locale, amministratori, persone che sono sempre a contatto con il pubblico come ad esempio i dipendenti dei supermercati. La produzione viene garantita grazie alle stampanti Delta WASP 4070 Industrial 4.0. altamente specializzate anche nella stampa di materiali e prodotti per il settore medicale.

In questa fase di emergenza WASP stampa e distribuisce gratuitamente MY FACE MASK che è un raccordo tra viso e filtro, un elemento di giunzione perfettamente aderente alla faccia con filtro intercambiabile da parte dell’utente. Il percorso per poter certificare le mascherine come mezzo di protezione personale è comunque stato avviato ed è fondamentale la collaborazione di alcune aziende produttrici di filtri. La prospettiva è che MY FACE MASK diventi un prodotto commerciale a disposizione di aziende e lavoratori.

WASP è in grado di rispondere così velocemente all’emergenza Covid-19 perché tra gli ambiti di ricerca da sempre sviluppati c’è quello della salute. Nel 2014 nasce WASP Med che è un team di lavoro multidisciplinare che unisce medici, bioingegneri, tecnici ortopedici, esperti di materiali e designer con l’obiettivo di applicare la stampa 3D in campo medico. Grazie a questa intelligenza collettiva, WASP Med sviluppa soluzioni attraverso la fabbricazione digitale da inserire all’interno di contesti altamente specialistici, o adatti a fornire risposte in contesti estremi come paesi in via di sviluppo, emergenze umanitarie, esplorazione spaziale. WASP azienda dall’anima sociale è attiva da sempre in situazioni di emergenza come ad esempio la Siria, dove abbiamo regalato un laboratorio con le nostre stampanti 3D all’Università di Damasco per dare sollievo a centinaia dei circa 50 mila mutilati del Paese.

Il professor Alessandro Zomparelli è Computational Designer e Docente di Architectural Design all’Università di Bologna. Le sue ricerche sono state pubblicate e presentate in conferenze internazionali come eCAADe (Praga) e ACADIA (San Francisco).

My Face Mask il progetto : https://www.3dwasp.com/mascherina-stampata-3d-da-scansione-3d/

My Face Mask video

Blender add on comandi e dowload: https://www.3dwasp.com/my-face-mask-addon-blender/

Video Tutorial

Leave a Response

Massimo Uccelli
Fondatore e admin. Appassionato di comunicazione e brand reputation. Con Consulenze Leali mi occupo dei piccoli e grandi problemi quotidiani delle PMI.
Translate »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. 

 

>> Cookie Policy <<