NewsSocial

YouTube, arriva la musica in streaming con abbonamento?

YouTube, arriva la musica in streaming con abbonamento? 1

La piattaforma di Google vorrebbe fornire musica in streaming, facendo concorrenza a rivali come Pandora e Spotify

youtube-640

YouTube starebbe per lanciare un proprio servizio di musica in streaming, con tanto si servizio in abbonamento. Atteso entro l’anno, il nuovo servizio di musica online  – per ora solo speculazioni più che una vera e propria notizia – farebbe da concorrente a siti quali Pandora e Spotify, fresco di lancio in Italia. La nuova opzione offerta dal sito di Google prevederebbe musica distribuita gratis (o meglio, pagata attraverso il sistema degli annunci pubblicitari) o con un abbonamento che preveda di accedere ai contenuti saltando i fastidiosi ads.

A generare la notizia, riportata da Fortune, i contatti che Google avrebbe avuto con alcune aziende dell’ industria musicale e quanto riferito da una fonte anonima interna a BigG. Le voci sarebbero poi state confermate dalle risposte di un rappresentante di YouTube riferite a Cnet: “Sebbene non commentiamo i rumors o le speculazioni, ci sono alcuni creatori di contenuti che credono che potrebbero beneficiare di abbonamenti in aggiunta alle ads, e quindi stiamo lavorando su questo”.

I margini di successo, almeno potenziali, ci sarebbero tutti. Basti pensare che YouTube, che conta qualcosa come circa 800 milioni di visitatori al mese, si è già trasformato, almeno in buona parte, in una piattaforma per ascoltare musica, tanto che qualcuno lo ha soprannominato la nuova Mtv. E allora, si chiede Digital Trends, perché non trasformare questi utenti in fonte di guadagno invece che affidarsi solo alle pubblicità?

La novità in programma per YouTube non sarebbe l’unica prevista da BigG sul fronte musicale, visto che Google starebbe lavorando anche su sistemi di abbonamento per servizi da aggiungere a Google Play, lo store di musica, video e libri per Android, stando a quanto riporta The Verge. Malgrado le due estensioni potrebbero sembrare sovrapponenti si tratterebbe comunque di due servizi separati: Google Play potrebbe essere paragonato a un analogo di Spotify e il nuovo YouTube a uno Spotify per video musicali, come scrive Gizmag. Ma non è escluso che YouTube sfoggi un nuovo look, con solo tracce musicali.

Leave a Response

Fabio Guerrera
Appassionato di sicurezza informatica, analisi dati, ruolo gestionale e di acquisizione clienti tramite il Digital Marketing e Growth Marketing! Il classico cacciatore di teste!
Translate »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. 

 

>> Cookie Policy <<