ASUSTOR introduce sui propri NAS la tecnologia WORM 1

ASUSTOR introduce sui propri NAS la tecnologia WORM

Da sempre in prima linea nell’implementare tutte le soluzioni in grado di migliorare i livelli di protezione dei dati, ASUSTOR, con l’ultimo aggiornamento del sistema operativo ADM, introduce sui propri NAS il supporto WORM. Consentendo la scrittura dei dati sul dispositivo una sola volta e impedendo poi la loro cancellazione o modifica, questa tecnologia assicura un ulteriore strato protettivo ai dati critici e agli asset digitali archiviati.

Taipei, Taiwan, 6 Febbraio 2024 – ASUSTOR, uno dei più importanti e innovativi produttori di soluzioni per l’archiviazione dei dati, fondato nel 2011 con un investimento diretto di ASUSTek Computer Inc., conferma ancora una volta il proprio impegno sul fronte della sicurezza con l’introduzione sui propri NAS della tecnologia WORM (Write Once, Read Many).

Introdotta con ADM 4.2.6, l’ultima versione del sistema operativo dei NAS ASUSTOR, la tecnologia WORM può essere applicata alle cartelle condivise, garantendo a dati particolarmente importanti un ulteriore livello di protezione. Tramite le cartelle condivise WORM, infatti, è possibile impedire la modifica parziale o completa di file e dati in un determinato periodo di tempo, nel rispetto di prescrizioni e normative sulla conservazione dei documenti, ma anche a garanzia che dati e asset di particolare valore siano adeguatamente protetti da manomissioni non autorizzate e da attacchi tramite ransomware.

Nel momento in cui una cartella condivisa WORM viene impostata nella “modalità di conformità”, i file presenti in quella specifica cartella non possono più essere modificati o cancellati entro il periodo di conservazione definito, risultando, quindi, impossibile per chiunque eliminare quella cartella e il volume in cui si trova, ma anche effettuare il ripristino del NAS per riportarlo alle impostazioni di fabbrica.

La “modalità di conformità” WORM è ideale per le realtà che operano in settori nei quali è obbligatoria la memorizzazione immutabile dei dati e in tutte quelle situazioni in cui è opportuno poter disporre di copie di backup dei dati che non possono essere modificate, eliminate o alterate da nessuno e in alcun modo.

Il sistema operativo ADM 4.2.6, inoltre, vede anche l’introduzione della “risk list”, una nuova funzionalità che si occupa di registrare gli indirizzi IP da cui provengono le richieste di connessione al NAS, confrontarli con quelli presenti nel database di AbuseIPDB e filtrare poi gli IP sospetti negando loro ogni possibilità di connessione con il dispositivo.

Le serie di NAS ASUSTOR in grado di supportare la tecnologia WORM sono le seguenti: Nimbustor, Nimbustor Gen2, Lockerstor, Lockerstor Gen2, Lockerstor Pro e Flashstor.

Maggiori informazioni sulla tecnologia WORM sono disponibili al seguente link:

https://www.asustor.com/it/admv2?type=2&subject=10&sub=156

ASUSTOR

Fondata nel 2011 attraverso un investimento diretto di ASUSTeK Computer Inc., ASUSTOR, il cui nome nasce dalla combinazione di “ASUS” e “Storage”, è oggi uno dei più importanti e innovativi produttori di NAS e soluzioni per la video sorveglianza, che si dedica anche allo sviluppo e all’integrazione del relativo firmware, dell’hardware e delle applicazioni. Tra i principali obiettivi di ASUSTOR quello di assicurare un’esperienza d’uso ineguagliabile e offrire la gamma di soluzioni di network storage più completa possibile.

Questo si chiuderà in 20 secondi

Translate »