Comesi fa l’audit SEO e a cosa serve 1

Comesi fa l’audit SEO e a cosa serve

Si chiama audit SEO la “diagnosi” dello stato di salute di un sito web, sia dal punto di vista tecnico che di contenuto. È una delle attività principali di chi fa SEO a livello professionale e va effettuata quando si inizia a lavorare su un progetto o si crea un sito da zero. Vediamo esattamente a cosa serve e come si svolge passo dopo passo.

A cosa serve fare l’audit di un sito

Si tratta di fare un check all’inizio del progetto, e poi ripeterlo periodicamente, per avere informazioni sullo stato di salute del sito web. Ma cosa vuol dire avere un sito in buona salute? Prima di tutto, significa evitare gli errori di tipo tecnico, i link rotti, le pagine che non vengono indicizzate da Google. Le attività che compongono la SEO audit sono numerose e vanno svolte da un SEO specialist professionista.

  1. Problemi di indicizzazione

Se un sito esiste ma non è indicizzato dai motori di ricerca, qualcosa non va. Il primo passo è quindi controllare che ogni pagina sia correttamente indicizzata da Google & co. In questa fase si fa un controllo strutturale del sito, si risolvono gli errori tecnici e i link che portano a pagine inesistenti, che non possono per propria natura portare buoni risultati di posizionamento.

  1. Fattori di ranking

I fattori che incidono sul posizionamento di ogni pagina riguardano la correttezza della struttura e il funzionamento dei link, ma anche la velocità di caricamento e la fluidità dell’esperienza utente. Potremmo raccoglierli nella macro categoria dei “core web vitals”, che si controllano periodicamente per tutte le proprietà del brand cliente.

  1. Analisi dei competitor

Non sempre i competitor di mercato corrispondono ai competitor di posizionamento. L’audit SEO li evidenzia e studia le loro mancanze per trovare nuove opportunità di crescita per il sito del cliente. Ci sono keyword non presidiate dalla concorrenza? I risultati dei competitor che si posizionano al di sopra del cliente hanno delle lacune che potrebbero essere colmate? Oppure i loro siti web hanno problemi tecnici e link rotti?

  1. Architettura dell’informazione

Questa è la struttura del contenuto presente nel sito, suddiviso in macro e micro categorie, pagine principali e secondarie. Secondo le best practice del SEO, ogni pagina deve avere delle etichette precise e posizionarsi per determinate keyword, in modo che sia il motore di ricerca sia gli utenti possano individuarne facilmente lo scopo.

  1. Analisi dei contenuti

Infine, l’audit SEO si occuperà di analizzare i contenuti presenti in pagina, la loro leggibilità e la corretta ottimizzazione per parole chiave strategiche. Questa è la fase in cui si individuano nuove potenzialità di posizionamento e si gettano le basi per creare nuove pagine con contenuti SEO oriented in base alle reali necessità degli utenti e alle richieste dei motori di ricerca.

SEO audit, strumenti e professionisti

Come si realizza esattamente l’audit SEO? Ci sono una serie di tool, alcuni gratuiti e altri a pagamento, a disposizione degli specialisti dell’ottimizzazione tecnica, on site e off site. Tra questi i più usati sono:

  • SemRush per l’analisi della concorrenza;
  • Screaming Frog per il check di tipo tecnico;
  • il Google Page Speed Test per la velocità di caricamento delle pagine;
  • Google Search Console per il posizionamento attuale del sito;
  • AHREFS per l’individuazione di nuove parole chiave su cui puntare.

Anche la SEO off site, la pulizia e l’analisi dei backlink svolgono un ruolo centrale nell’audit iniziale di un sito. Per questo è necessario coinvolgere diverse professionalità che si dedicano alle varie fasi di analisi e utilizzano i tool più precisi.

L’audit SEO è indispensabile quando si inizia un nuovo progetto, che sia un sito web già esistente o uno da creare dalle fondamenta. Individuare punti di forza e di debolezza è infatti il primo passo verso una strategia di posizionamento che porti risultati a lungo termine e di conseguenza maggiori profitti per il cliente.

Questo si chiuderà in 20 secondi

Translate »