Google Cloud: Google Workspace annuncia nuove funzionalità per la sicurezza e la tutela della conformità 1

Google Cloud: Google Workspace annuncia nuove funzionalità per la sicurezza e la tutela della conformità

Google Workspace annuncia nuove funzionalità di sicurezza e conformità per aiutare le aziende e le organizzazioni del settore pubblico a proteggersi dalla complessità e dalla portata dei moderni attacchi informatici.

Una panoramica delle novità:

  • Controlli Zero Trust:
  • AI classification su Drive: Gli amministratori possono ora utilizzare modelli di intelligenza artificiale che tutelano la riservatezza, personalizzati in modo esclusivo per la loro organizzazione, per classificare ed etichettare automaticamente i file nuovi ed esistenti su Drive.
  • Controlli DLP migliorati per Gmail: Gli amministratori Workspace possono impostare nuovi criteri, come la posizione del dispositivo o lo stato di sicurezza, che devono essere soddisfatti per consentire a un utente di condividere contenuti sensibili su Drive.
  • Controlli DLP contestuali su Drive: Già disponibili in Google Chat, Drive e Chrome per aiutare i team di sicurezza a controllare la condivisione di informazioni sensibili all’interno e all’esterno dell’organizzazione, i controlli DLP migliorati sono in arrivo anche su Gmail.
  • Controlli sulla digital sovereignty: 
  • Miglioramenti per la crittografia lato client (CSE): Sono stati introdotti una serie di miglioramenti di CSE, tra cui il supporto delle app mobile in Google Calendar, Gmail e Meet, la possibilità di impostare la CSE come impostazione predefinita per unità organizzative selezionate, il supporto dell’accesso ospite in Meet, il supporto dei commenti in Docs e la possibilità per gli utenti di visualizzare, modificare o convertire i file di Microsoft Excel.
    Controlli locali sulla residenza dei dati e sulla conformità: Da oggi le organizzazioni possono scegliere il sito di archiviazione dei loro dati a riposo. Disponibile in anteprima nel corso dell’anno, le organizzazioni potranno scegliere dove vengono elaborati i loro covered data (UE o USA). Le organizzazioni hanno anche la possibilità di archiviare una copia dei dati di Workspace in un Paese a loro scelta.
  • Controlli per la difesa dalle minacce:
  • Protezione di nuove operazioni sensibili su Gmail: Sono state estese le difese di Google basate sull’intelligenza artificiale per fornire una protezione automatica su nuove azioni sensibili in Gmail, come il filtraggio o l’inoltro delle e-mail.
  • Verifica a 2 fattori obbligatoria: Gli account amministratore dei rivenditori e dei nostri clienti aziendali più grandi dovranno aggiungere la verifica a due fattori ai loro account. Ciò contribuirà a ridurre il numero di account amministratore violati a causa del furto di password e dell’assenza di due fattori di verifica.

A questo link, è disponibile il blogpost in lingua originale con tutti i dettagli.

Massimo Uccelli
Fondatore e admin. Appassionato di comunicazione e brand reputation. Con Consulenze Leali mi occupo dei piccoli e grandi problemi quotidiani delle PMI.

Questo si chiuderà in 20 secondi

Translate »