NewsTech

In arrivo il primo vero occhio bionico dall’America

In arrivo il primo vero occhio bionico dall'America 1

L’Argus II, che tratta i pazienti con la malattia genetica rara conosciuta come la retinite pigmentosa, è stato approvato dalla FDA nel mese di febbraio, dopo più di 20 anni di lavoro.

external-components_ee

Dopo più di 20 anni di lavoro e l’approvazione della FDA nel mese di febbraio, l’occhio bionico Argus è finalmente arrivato. Beh, quasi! Lo sviluppatore Second Sight dice che ha selezionato centri clinici in 12 punti degli Stati Uniti, dove inizierà a far funzionare la rivoluzionaria tecnologia entro la fine dell’anno.Il sistema  protesico Argus, che è stato approvato nel mese di febbraio e sarà utilizzato per il trattamento di adulti con grave a profonda retinite pigmentosa, in realtà non restituisce  la vista, ma può consentire loro di rilevare la luce e il buio e quindi identificare il movimento o la posizione degli oggetti. Questa malattia degenerativa ereditaria rara, provoca la negazione della percezione della luce in entrambi gli occhi, anche se essi hanno una vaga capacità di vedere le forme, fino ad avere una totale perdita della vista.Si pensa solo negli Stati Uniti siano affette 100.000 persone. Ad oggi non esiste nessuna cura.

L’Argus II funziona attraverso una serie di elettrodi impiantati sulla retina, che trasformano le immagini che vengono successivamente trasmesse in modalità wireless, da una videocamera ad occhiali,  in impulsi elettrici che stimolano la retina a produrre immagini.

Leave a Response

Massimo Uccelli
Fondatore e admin. Appassionato di comunicazione e brand reputation. Con Consulenze Leali mi occupo dei piccoli e grandi problemi quotidiani delle PMI.
Translate »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. 

 

>> Cookie Policy <<