L’inflazione cambia il Natale degli italiani: i risultati della ricerca Klarna 1

L’inflazione cambia il Natale degli italiani: i risultati della ricerca Klarna

Quest’anno i consumatori prediligeranno regali utili e ridimensioneranno le spese.

Le giovani generazioni sono le più attente alla gestione del budget, anche grazie alle app

  • Oltre metà degli italiani (53%) regalerà prodotti che possano essere utilizzati nella vita di tutti i giorni
  • Le generazioni più giovani – Millennials (93%) e Gen Z (94%) – trovano utile definire un budget per i propri acquisti natalizi

Milano, 13 dicembre 2022 – Eccessi, addio: quest’anno i regali di Natale degli italiani saranno acquistati all’insegna dell’utilità e dell’attenzione al budget. È quanto emerge da una nuova ricerca condotta da Klarna, leader globale nei servizi bancari, di pagamento e di shopping, per indagare come i consumatori stiano affrontando le spese natalizie nel 2022.

Il periodo storico attuale apre le porte a nuovi modelli di consumo

Ben 8 italiani su 10 (84%) hanno dichiarato che l’inflazione influirà sugli acquisti natalizi. Pur trattandosi di un trend diffuso a livello globale (78%), l’Italia si rivela tra i Paesi più colpiti dall’aumento dei prezzi, seconda solo a Portogallo (89%) e Irlanda (87%).

Tali dinamiche hanno portato i consumatori a rivedere le proprie abitudini e priorità: 1 italiano su 2 regalerà infatti prodotti che possano essere utilizzati nella vita di tutti i giorni (53%) e ridurrà la spesa destinata a regali non essenziali (49%).

Giovani e precisi: le nuove generazioni di consumatori sono le più attente al budget

Nonostante l’incertezza economica, in Italia i giovani sembrano i più disposti a spendere per il Natale 2022, tanto che il 29% della Gen Z e il 20% dei Millennials prevedono di spendere di più quest’anno rispetto al 2021.

La maggiore disponibilità economica è però accompagnata da una migliore organizzazione delle proprie finanze: quasi la totalità della Gen Z (94%) e dei Millennials (93%) riconosce l’utilità di stabilire un budget per le proprie spese natalizie.

Inoltre, 7 italiani su 10 (70%) apprezzerebbero avere a disposizione un’app che li aiuti a monitorare e gestire le proprie spese – tuttavia, solo il 17% ne sta già utilizzando una.

La nostra indagine ha evidenziato tendenze di acquisto fortemente influenzate dal contesto storico ed economico in cui stiamo vivendo. In particolare, quest’anno in vista del Natale i consumatori non rinunciano alla tradizione dei regali, ma dimostrano un’attenzione maggiore alle spese: budget ridotti e meglio organizzati condurranno ad acquisti più consapevoli e a una gestione migliore delle finanze”, spiega Luigi Traldi, Country Manager Italia di Klarna. “Per sfruttare al meglio le settimane che precedono il Natale, è importante per i brand sapersi rivolgere a un pubblico nuovo, anche in termini generazionali, sia offrendo prodotti in linea con le loro aspettative, sia proponendo una shopping experience che risponda alle reali esigenze di oggi anche dal punto di vista dei pagamenti”.

Tra i principali risultati della ricerca:

  • Acquisti oculati per il Natale 2022. Quest’anno solo il 15% degli italiani metterà a disposizione un budget più elevato rispetto al 2021. Quasi un quarto dei consumatori (24%) ridurrà invece la spesa, soprattutto tra Baby Boomer (31%) e Gen X (30%).
  • La smartphone revolution ha conquistato anche l’Italia. Più di tre quarti degli italiani (78%) trova utili le app che consentono di comparare i prezzi e identificare l’articolo più economico, mentre il 72% apprezza poter ricevere notifiche sull’abbassamento dei prezzi per i propri prodotti preferiti. Ciononostante, l’Italia è uno dei Paesi che fa ancora poco uso delle app per la gestione delle finanze (17% vs media globale del 26%).
  • Le abitudini in termini di pagamento stanno cambiando. A fronte del pagamento di interessi sulle carte di credito prima di aver saldato il debito, quest’anno ben 8 italiani su 10 (82%) sono intenzionati a evitare di incorrere in questo tipo di spesa, scegliendo per esempio soluzioni di pagamento alternative come il Buy Now Pay Later.
  • Inoltre, chi conosce il BNPL si dimostra più attento alle spese rispetto a chi non ne ha mai sentito parlare. Per esempio, quest’anno il 95% degli utenti italiani di BNPL confronterà i prezzi dei diversi retailer prima di finalizzare l’acquisto (il 10% in più rispetto a chi non conosce o utilizza la modalità Compra Ora Paga Dopo).

Il report completo è disponibile qui.

Nota metodologica

Il sondaggio di Klarna è stato condotto tra ottobre e novembre 2022, in collaborazione con Nepa, in 17 Paesi (Stati Uniti, Regno Unito, Irlanda, Australia, Nuova Zelanda, Germania, Austria, Polonia, Francia, Belgio, Paesi Bassi, Italia, Spagna, Portogallo, Svezia, Norvegia e Finlandia). L’indagine ha coinvolto un minimo di 1.000 intervistati in ciascun Paese. In totale, 17.390 consumatori hanno partecipato alla ricerca.

Klarna

Dal 2005, la mission di Klarna è rivoluzionare il settore del retail banking. Con più di 150 milioni di utenti attivi a livello globale e 2 milioni di transazioni al giorno, Klarna va incontro alle esigenze in evoluzione dei consumatori permettendo loro di risparmiare tempo e denaro, mantenendo al contempo il controllo delle proprie finanze. Più di 450.000 brand globali, tra cui H&M, Saks, Sephora, Macys, IKEA, Expedia Group e Nike, hanno integrato l’innovativa tecnologia di Klarna per offrire un’esperienza di shopping fluida, online e in store. Con oltre 6.000 dipendenti, Klarna opera in 45 mercati. Per maggiori informazioni: Klarna.com/it. 

Translate »