L'Italia conta 14 milioni di gamer, ecco i consigli di Kingston Technology per un'esperienza di gioco ottimale 1

L’Italia conta 14 milioni di gamer, ecco i consigli di Kingston Technology per un’esperienza di gioco ottimale

Nel ripercorrerne la storia, Kingston Technology condivide quattro consigli per vivere al meglio l’esperienza con i videogame.

Milano, 18 settembre 2023 – Nel corso del tempo i videogame hanno conquistato sempre più spazio nella cultura popolare, e oggi rappresentano una fetta importante dell’industria dell’intrattenimento, che non conosce limiti di età. Solo in Italia, per esempio, il mercato dei videogiochi vale circa 2,2 miliardi di euro, con un numero di appassionati stimato a 14,2 milioni per un’età media di 29,8 anni*.

Come per le più importanti invenzioni e scoperte della storia, il dibattito su quale sia stato il primo videogame e sul suo inventore risulta ancora aperto. Più fonti attribuiscono la paternità del videogioco al fisico William Higinbotham, che ha ideato Tennis for Two nel 1958. Utilizzando un piccolo computer analogico, i giocatori potevano regolare due manopole e premere un pulsante, che simulava una partita di tennis su un oscilloscopio. In sostanza, si trattava di una prima versione del gioco di successo Pong, che vedrà la luce 14 anni dopo. La prima console della storia, invece, è datata 1966, con una serie di videogiochi collegabili a una normale TV dell’epoca e la possibilità di utilizzare una pistola ottica. Ma per il boom bisogna aspettare qualche anno più tardi: sono infatti gli anni ’70 che segnano l’arrivo dei videogame nella cultura di massa. A marcare quest’epoca sono soprattutto i cabinati, che diventano per quella generazione anche un momento di vera e propria aggregazione e socializzazione.

Dagli anni 50 ad oggi i videogiochi non hanno più smesso di evolversi, spostandosi sempre di più verso una dimensione portatile, che potesse spostarsi dalle sale giochi e arrivare nelle case di chiunque, senza limiti. Ripercorrendone la storia è evidente che l’evoluzione dei videogiochi sia strettamente connessa allo sviluppo dell’informaticacommenta Fabio Cislaghi, Business Development Manager di Kingston Technology – Oggi siamo nell’era delle console ultratecnologiche e dei PC che offrono un’esperienza videoludica totalmente coinvolgente e immersiva. Processori più veloci, maggiore memoria e schede grafiche migliorate alzano gli standard di gioco, consentendo frame rate più veloci e grafiche più dettagliate, per un’esperienza di gioco unica”.

Per mantenere alta la qualità dell’esperienza dei videogame è necessaria una corretta manutenzione e l’utilizzo dei giusti componenti informatici e digitali. Per questo motivo Kingston Technology, leader mondiale nei prodotti di memoria e nelle soluzioni tecnologiche, ha stilato una lista di quattro consigli per vivere una perfetta esperienza videoludica su PC e console:

  1. Raffreddamento. I giochi che richiedono un utilizzo intensivo della grafica possono causare il surriscaldamento di console, PC e laptop, danneggiandone irrimediabilmente i componenti. Per fare in modo che non accada bisogna adottare degli approcci differenti in base al dispositivo che si utilizza: per le console, per esempio, è necessario evitare di appoggiarla su superfici come i tappetini, che possono causare accumuli di polvere e sporco sulle alette di ventilazione, posizionandola invece su una superficie solida, utilizzando un supporto che assicuri spazio tra il lato inferiore e la sua superficie. Inoltre, è possibile espandere lo storage con un dissipatore di calore come l’SSD Kingston Fury Renegade Heatsink, tramite uno slot di espansione sulla console. A questo proposito, per venire incontro ai gamer, Kingston ha creato una guida per installare correttamente una SSD M.2 per console PS5, consultabile sul loro Anche nel caso di PC e laptop il calore può essere un ostacolo per le prestazioni di gioco: l’accumulo di polvere è infatti comune; pertanto, è sempre buona norma pulire regolarmente le ventole per ottenere le prestazioni desiderate e per la gestione del calore ottimale. Nel caso dei PC assemblati, è possibile fare affidamento su due tecniche per ridurre il calore generato dalla CPU in tutta sicurezza: raffreddamento a liquido, che rappresenta uno dei metodi migliori per raffreddare un PC, e raffreddamento ad aria, composto da dissipatore di calore e ventola. Entrambe le soluzioni sono eccellenti, la scelta dipende dalle preferenze personali, dal budget e dalle esigenze specifiche del sistema. Ma indipendentemente dal tipo di sistema di raffreddamento scelto l’aspetto più importante è garantire il massimo raffreddamento del PC, in modo tale che il sistema preservi la prestazione ottimali evitando limitazioni. Sul sito di Kingston è presente una guida per conoscere nel dettaglio le differenze tra questi due metodi di raffreddamento.
  1. Assemblaggio. Se la possibilità di assemblare le console è nata solo con le ultime versioni della PlayStation, per i PC si possono scegliere tutte le combinazioni di componenti in grado di garantire le prestazioni richieste, come scheda madre, CPU, GPU, PSU, memorie per gaming e storage. Scegliere di assemblare il proprio PC porta dei consistenti benefici all’esperienza di gioco, ci sono però delle azioni da evitare per semplificare il processo di assemblaggio, come dimenticare di installare la schermatura I/O e gli isolatori della scheda madre, installare in modo incorretto le ventole, acquistare unità di alimentazione a basso costo e di scarsa qualità e acquistare componenti non compatibili tra loro. Infatti, con così tanti componenti da scegliere e specifiche da valutare, diviene complesso sapere esattamente cosa acquistare. Di solito ci si concentra sui processori e sulle schede grafiche, ma per poter caricare ed eseguire i giochi al massimo della velocità risulta altrettanto essenziale la scelta della RAM giusta. Per chi volesse “mettersi in gioco” a 360 gradi, provando ad assemblare un PC da zero, può seguire i consigli che Kingston ha stilato con gli errori da evitare quando si vuole assemblare un PC.
  1. Velocità. Se si gioca con videogame esigenti su laptop di vecchia generazione, oppure se si utilizzano programmi che richiedono ingenti quantità di memoria, c’è la possibilità che il PC offra prestazioni mediocri. Sebbene gran parte della potenza di elaborazione sia gestita dalla scheda grafica del laptop, la quantità di RAM disponibile contribuisce a migliorare le prestazioni complessive. I problemi di prestazioni possono quindi essere risolti semplicemente effettuando un upgrade della memoria per gaming, installando una memoria come la Kingston FURY Renegade o Beast. Ma non solo: esiste anche un altro modo per risolvere il problema della velocità dei dispositivi, ossia installando gli SSD NVMe, che garantiscono un notevole incremento di velocità rispetto agli SSD SATA, con un miglioramento delle prestazioni complessive dei PC.
  1. Memoria. Non solo PC e console d’appartamento, anche le console portatili hanno bisogno di interventi e manutenzione per mantenere alta l’esperienza di gioco: una delle prime cose che si notano della console portatili è lo storage limitato. Si tratta di quantità sufficienti a scaricare numerosi giochi e applicazioni, ma se si desidera un livello più intensivo sarà necessaria una maggiore quantità di spazio.
    Nel gaming bisogna infatti tenere presente la differenza tra memoria e storage. Quando si parla di specifiche tecniche e requisiti minimi di sistema riferiti alle memorie, con tutta probabilità si fa riferimento alle RAM. Quando si parla di storage, si fa riferimento alla capacità di archiviazione disponibile sull’hard drive o sull’SSD del sistema, oppure dello spazio di storage libero necessario per l’installazione di un nuovo gioco. Le memorie RAM di alta qualità consentono di caricare più rapidamente i livelli e gli effetti di gioco, così da eliminare i tempi morti e non distogliere i gamer dall’azione. Avendo un’adeguata quantità di RAM a disposizione, il software viene eseguito in background senza creare interruzioni al flusso di gioco. Kingston offre moduli RAM perfetti per il gaming e a prezzi accessibili, in grado di mantenere il PC al massimo delle sue prestazioni.

Kingston è su:  
YouTube Instagram   

Facebook   LinkedIn   

Twitter    Kingston Is With You   

A proposito di Kingston Technology Europe Co LLP 

Kingston Technology Europe Co LLP e Kingston Technology Company, Inc., sono parte dello stesso gruppo aziendale (“Kingston”). Kingston è il principale produttore indipendente di memorie al mondo. Dai big data, ai notebook e i computer, passando per l’IoT, tra tecnologia smart e wearable, al design-in e alla produzione industriale: Kingston fornisce soluzioni che contribuiscono a migliorare la vita quotidiana, i processi lavorativi e l’intrattenimento. I più grandi produttori di PC al mondo e le più importanti società di cloud-hosting fanno affidamento su Kingston per le proprie esigenze aziendali: è la nostra passione ad alimentare la tecnologia utilizzata quotidianamente in tutto il mondo. Ci impegniamo ogni giorno per guardare oltre i nostri prodotti e individuare il quadro generale, con l’obiettivo di soddisfare le esigenze dei nostri clienti e offrire soluzioni in grado di fare la differenza. Per saperne di più su come Kingston Is With You, invitiamo a visitare kingston.com.

Translate »