Password sempre più sicure grazie a una nuova tecnologia fotonica 1

Password sempre più sicure grazie a una nuova tecnologia fotonica

Con un significativo aumento degli attacchi hacker è necessario adoperarsi per combattere in modo efficace le numerose minacce provenienti dalla rete. Un aiuto ci giunge proprio dalla scienza, che promette password più sicure grazie ai sistemi fotonici. Scopriamo più nel dettaglio di cosa si tratta e come possiamo rendere le nostre password meno violabili.

La sicurezza prima di tutto

Alcuni ricercatori del Consiglio nazionale delle ricerche di Firenze e dell’Istituto nazionale di ricerca metrologica hanno sviluppato una nuova tecnologia che punta a creare password più sicure. In sostanza, le password vengono generate tramite una luce laser che illumina uno strato di materiale plastico, il quale modifica le sue proprietà a causa della luce. La luce, attraversando il materiale, viene disordinata in modo inaspettato e l’immagine che ne consegue permette di dare vita a chiavi crittografiche di incredibile complessità.

Come difendere le proprie password dai malintenzionati

Purtroppo, secondo un rapporto sulla sicurezza ICT in Italia, negli ultimi cinque anni gli attacchi informatici sono aumentati dell’86%, con una media mensile che da 124 è passata a 230. Va da sé che anche le contromisure debbano evolversi, in modo da limitare il più possibile il danno di queste minacce.

In attesa che la nuova tecnologia sia disponibile per tutti, è buona norma mettersi in moto per rendere più sicure possibili le proprie password. Per farlo, anzitutto, è consigliabile dotarsi del miglior password manager per le proprie esigenze. Si tratta di un programma che archivia in modo crittografato gli username e le password utilizzati per accedere ai siti web.

Altri metodi prevedono la creazione di password complesse (con un minimo di otto caratteri in cui figurino numeri, caratteri speciali e almeno una lettera maiuscola), con parole e numeri che non riconducano alla propria persona, un cambio costante della password (ogni novanta giorni), l’attivazione dell’autenticazione a due fattori e l’uso di termini di fantasia.

Proprio in questi giorni, nel contesto della giornata mondiale per la sicurezza in rete, è stato evidenziato come le password debbano essere uniche e originali. E che spesso gli italiani si rifugino in chiavi d’accesso troppo comuni o decifrabili, come quelle ispirate al Festival di Sanremo. Anche in questo caso un password manager potrebbe essere d’aiuto, realizzando chiavi d’accesso in maniera casuale.

Ovviamente, è meglio evitare di condividere la propria password con altre persone e di utilizzarla per tutti gli account.

Insomma, le minacce online sono tante e pericolose. Aspettando che la nuova tecnologia a luce laser venga resa pubblica, tutti dovrebbero cercare di rendere difficile la vita ai criminali informatici grazie alla creazione di password complesse e sicure.

Translate »