Perché le aziende fanno fatica a cambiare operatore di telefonia 1

Perché le aziende fanno fatica a cambiare operatore di telefonia

Quando vado a trovare nuovi clienti e faccio l’analisi dei punti deboli delle società, spesso trovo una serie di problemi sul gestore di telefonia e sulla connettività. Ad essi si aggiungono lentezze nel lavoro da svolgere, malumori dei dipendenti e soldi spesi in famose aziende che spesso non hanno un servizio clienti adeguato al loro nome.

Quali sono quindi i motivi per cui non si cambia? Alcuni rappresentano il vero motivo, anche se poi analizzati rappresentano un alibi molto labile, vediamoli insieme.

Costi di Switching: Si pensa che cambiare operatore potrebbe comportare costi iniziali significativi, come ad esempio la sostituzione di dispositivi o l’adattamento di infrastrutture esistenti. In realtà ad oggi non è più così, il passaggio è indolore, i provider seri, si occupano in prima persona del passaggio dal vecchio al nuovo.

Paura di rimanere senza il servizio: ” E se rimango senza linea per qualche giorno come faccio a lavorare?” Questa è una domanda che spesso mi sento dire. La realtà è ben diversa, il cambio è quasi sempre indolore.

Contratti a Lungo Termine: Molte aziende stipulano contratti a lungo termine con gli operatori di telefonia. Questi contratti potrebbero avere penali per la cessazione anticipata, rendendo meno conveniente il cambiamento. Alcuni provider seri ed etici trovano una soluzione per colmare questo gap e si occupano della burocrazia relativa al passaggio dal vecchio al nuovo gestore.

Reputazione dell’Operatore: Se l’operatore attuale ha una buona reputazione per il supporto clienti, la copertura di rete e la qualità del servizio, l’azienda potrebbe preferire evitare l’incertezza che potrebbe derivare da un cambio. Questo è il motivo per cui in molti, pur trovandosi male con il vecchio servizio e capendo che le pubblicità sui media non sono confermate dalla loro esperienza di utenti, decidono di farsi male da soli…

Comodità e Familiarità: La semplice abitudine e la familiarità con l’operatore attuale potrebbero essere ragioni sufficienti per non voler affrontare il processo di cambiamento. Beh allora perché vi lamentate se non cambiate niente?

Massimo Uccelli
Fondatore e admin. Appassionato di comunicazione e brand reputation. Con Consulenze Leali mi occupo dei piccoli e grandi problemi quotidiani delle PMI.
Translate »