Recensione Insta360 Flow: il gimbal con la IA 1

Recensione Insta360 Flow: il gimbal con la IA

Se una volta si diceva che il vero amico dell’uomo è il cane, oggi potremo utilizzare questa affermazione per dire che lo smartphone ha preso il suo posto. Battute a parte lo smartphone è sicuramente una parte integrante della nostra quotidianità e lo si usa molte volte, data la sua praticità, come compagno per scatti e filmati professionali; grazie ad un buon comporto lenti aiutato anche dal software.

Quello che però uno smartphone non può fare completamente è quello di rendere le riprese più stabili possibili e se da un lato hanno provato a farlo lato software, dall’altro non parliamo di una stabilizzazione paragonabile a quella di un gimbal.

Pertanto oggi vogliamo parlarvi del nuovo prodotto di casa Insta360, azienda famosa per le sua action camere, che ha presentato un prodotto davvero eccezionale (dopo la fantastica Link webcam con gimbal a 3 assi integrato, da noi recensita): sto parlando dello stabilizzatore Flow con intelligenza artificiale. Continuate a leggere per scoprirete cosa possiede di unico questo gimbal.

Recensione Insta360 Flow: il gimbal con la IA 2

Cosi il fondatore di Insta360 JK Liu ha parlato di lui: “Per il nostro primo gimbal per smartphone volevamo un dispositivo che andasse oltre le funzionalità di base e che offrisse un modo completamente nuovo di girare i video dal tuo smartphone . Grazie alla nostra tecnologia IA, perfezionata da anni di ricerca e esperienza, Flow traccia, stabilizza e modifica i tuoi contenuti”.

Partendo dalla confezione (kit creativo), troviamo :

1x Insta360 Flow

1x morsetto magnetico per smartphone

1x cover per impugnatura

1x cavo di ricarica da Tipo-C a A

1x Spotlight (che altrimenti sarebbe da acquistare a parte)

1x cover per impugnatura

1x astuccio portatile

1x cavo da Tipo-C a C 

1x cavo da Tipo-C a Lightning.

Parlando subito del faretto ammetto che risulta piuttosto piccolo e maggiormente utile in caso di riprese notturne vista la sua poca luminosità, però risulta essere versatile grazie al fatto che abbiamo la possibilità di regolare la temperatura del colore e la luminosità.

Preso in mano notiamo fin da subito ciò che ha sempre caratterizzato i prodotti Insta360 ossia la qualità costruttiva e dei materiali; oltre ad un bellissimo particolare che lo rende davvero unico rappresentato da una parte completante trasparente (ossia metà del braccio) che mostra al suo interno quello che sono i dettagli costruttivi.

Recensione Insta360 Flow: il gimbal con la IA 5

Il design del Flow è moderno e molto compatto, con dimensioni di soli 79,6 x 162,1 x 36 mm ripiegato e non piegato: 73,6 x 269,4 x 69,9 mm mm, un peso di 369 grammi.

All’interno del braccio è presente una batteria da 2900 mAh che permette di ricaricare il nostro smartphone ma soprattuto di fornire 12 ore di riprese, davvero niente male. Tempo di ricarica 2 ore. Sempre nel braccio avremo anche una piccola finestrella che aperta da modo di avere una staffa di montaggio per montare un microfono, utile per lo smartphone.

Recensione Insta360 Flow: il gimbal con la IA 6

Nella parte sotto l’impugnatura troviamo nascosti dei comodi e compatti piedini estendibili che, aperti, fungono da treppiedi per poter posizionare il gimbal su una superficie ed avere le mani libere: in ogni caso è presente anche una filettatura per treppiede da 1/4-20. Ma non finisce tutto qui infatti l’impugnatura presenta, nella parte superiore, uno snodo per dare modo di allungarsi e trasformarla in un’asta selfie stick (abbastanza lungo 215 mm); con la possibilità di girare la “testa” e cambiare l’orientamento. Un vero e proprio design tutto in uno!!!

Recensione Insta360 Flow: il gimbal con la IA 7

Nell’impugnatura è compresa una comoda “cabina di comando” chiamata SmartWheel, con una rotella multifunzione per lo zoom, un controllo intuitivo in stile iPod (per cambiare modalità), tre pulsanti ed un joystick con un design minimalista e che permette di accedere, in maniera semplice e veloce, ad una serie di comandi e funzioni.

Recensione Insta360 Flow: il gimbal con la IA 8

Con un semplice doppio tap potremo cambiare orientamento da orizzontale a verticale e viceversa; un triplo tap lo ricentra; è presente il tasto rec che fa partire la registrazione sia con app nativa del telefono (iPhone o Android) sia con Insta360. Sul retro il classico grilletto che con un tocco da modo di ottenere il tracciamento Deep track 3.0; due tocchi ricentra il gimbal e con tre di far girare lo smartphone per un selfie.

Recensione Insta360 Flow: il gimbal con la IA 9

Per annettere lo smartphone al gimbal questa volta non abbiamo più la classica “morsa” ma ha preso qualcosa da DJI, questo volta troviamo un comodissimo morsetto metallico magnetico che torna utilissimo anche quando il gimbal è richiuso in quanto possiamo lasciarlo annesso.

Recensione Insta360 Flow: il gimbal con la IA 10

Per aprire e chiudere il gimbal troviamo una singola cerniera a 180 gradi, un metodo pratico e veloce che con poche mosse da modo di essere pronti a riprendere e/o scattare. Addirittura con iPhone l’app Insta360 rileverà il Flow, una volta collegato con il morsetto, ed invierà una notifica per aprire l’app e connettersi.

Recensione Insta360 Flow: il gimbal con la IA 11

Passando alle funzioni dobbiamo iniziare scaricando sul nostro smartphone l’applicazione Insta360, la stessa delle action camere dell’azienda, che risulta essere davvero ben fatta ed intuitiva dando modo di accoppiare il prodotto in maniera semplice sia su piattaforme Android che iOS. 

Una delle funzioni principali e che apprezzerete di più è sicuramente quella del track dei soggetti, funzione che non avrete mai visto cosi bene come nel Flow. Infatti Insta360 possiede un’esperienza sopraffina in questo campo, che permette di far fare un salto di qualità incredibile e staccare la concorrenza a mani bassi.

Recensione Insta360 Flow: il gimbal con la IA 12

Insta360 lega il funzionamento del nuovo Flow all’intelligenza artificiale di tracciamento IA Deep Track 3.0 ed alla stabilizzazione a 3 assi rendendo il tutto decisamente più fluido e che non perde un colpo anche nelle situazioni più ostiche come il nascondersi dietro un oggetto e poi riapparire. La funzione di “inseguimento” automatico del soggetto è disponibile solo con l’app di Insta.

Si aggiunga che il controllo gestuale (gli stessi della Link) in cui basterà alzare la mano affinché Flow ci segua ed avvii la registrazione, alzando nuovamente la mano interromperà la registrazione; ocys non dovremo premere alcun pulsante. Per sapere che il gesto è stato riconosciuto il flash del telefono lampeggia per segnalare l’inizio della registrazione. Nelle mie prove il riconoscimento dei gesti ha funzionato perfettamente, cosi come era avvenuta anche con la Link.

Recensione Insta360 Flow: il gimbal con la IA 15

Ovviamente non mancano gli effetti cinematografici TimeShift, Timelapse Motion, Barrel Roll (faremo fare un ovvitamento orizzontale allo smartphone), Dolly Zoom e Widescreen. 

Sarà in grado di scattare delle foto panoramiche, settato il treppiede lasceremo che Flow scatti un panoramica coinvolgente a 360°, 240°, 180° o in formato griglia 3×3.

Per gli amanti dello sport ed in particolare del basket sarà possibile impostare Flow per la registrazione e la modalità Hoop permette all’IA di riconoscere quando viene realizzato un canestro, salvando solo questi momenti sul tuo telefono. In questo modo sarai in grado di effettuare l’editing in tutta semplicità e creare dei reel più velocemente.

Insieme a questo troviamo un ottimo auto editing ed anche più facile grazie agli strumenti di editing potenziati dall’IA nell’app Insta360. FlashCut racconta una storia con le tue clip, montando insieme i momenti salienti a ritmo di musica

Per quanto concerne gli smartphone compatibili troviamo la Recensione Insta360 Flow: il gimbal con la IA 18di riferimento che riassumiamo qui sotto:

Dispositivi iOS: compatibile con dispositivi iOS con chip A11 o superiore e iOS versione 11.0 o superiore, inclusi iPhone SE 2, iPhone 8, iPhone 8 Plus, iPhone XR, iPhone XS, iPhone XS Max, iPhone X, iPhone 11, iPhone 11 Pro, iPhone 11 Pro Max, iPhone 12, iPhone 12 Pro, iPhone 12 Pro Max, iPhone 12 mini, iPhone 13, iPhone 13 Pro, iPhone 13 Pro Max e iPhone 13 mini.

Dispositivi Android – compatibile con dispositivi Android che soddisfano le seguenti funzionalità, tra cui:

Dispositivi Android con chip Kirin 980 e superiori, inclusi Huawei Mate 20, P30 o modelli più recenti.

Dispositivi Android con chip Snapdragon 845 e superiori, tra cui Samsung Galaxy S9, Xiaomi Mi 8 o modelli più recenti.

Dispositivi Android con chip Exynos 9810 e superiori, inclusi Samsung Galaxy S9, S9+, Note9 e modelli più recenti.

Dispositivi Android con chip Tensor, tra cui il Google Pixel 6.

Conclusione

Insta360 Flow rappresenta un qualcosa di nuovo nel mondo dei gimbal, oltre ad avere un’ottima stabilizzazione per rendere il tutto fluido è supportato da dei motori che non hanno avuto problemi con uno smartphone pesante come il mio iPhone 14 Pro Max, con il morsetto che non ha avuto alcun problema ad accogliere tale forma non certo generosa.

Se si pensa che per Insta360 questo rappresenta il primo tentativo nel mondo dei gimbal direi che l’ha fatto stupendo tutti, portando nel mercato il prodotto più completo sulla piazza. L’invenzione di posizionare la batteria sul braccio e riempire l’impugnatura di accessori come un treppiedi ed un’asta è stato davvero un colpo di genio.

Oltre ad un design ricercato e particolare si aggiunga il grande protagonista ossia l’intelligenza artificiale, il tracking dei soggetti è il vero fiore all’occhiello; nessun brand al momento si avvicina alla precisione e all’affidabilità di Flow.

Pecca sui movimenti più ampi, ma questa criticità è la stessa del suo avversario Osmo Mobile 6, ma tutto questo a discapito di una versatilità e compattezza tra le migliori. 

Direi che non ci sia dubbio che Insta360 Flow rappresa il gimbal più completo da aquistare in questo 2023!

Insta360 Flow è acquistabile sul sito del produttore al costo di €169per il kit standalone mentre con il Creator Kit, usato nella nostra recensione, diventano €229. Su Amazon è offerto ai medesimi prezzi.

Federico Grigolini
Giurista di professione ed amante Apple per passione. La tecnologia mi affascina ed anche nel mio lavoro non posso farne a meno, provare e recensire i prodotti è il mio toccasana.

This will close in 20 seconds

Translate »