Shopping online per Natale: attenzione alle truffe - I consigli di Sophos per proteggere privacy e portafoglio 1

Shopping online per Natale: attenzione alle truffe – I consigli di Sophos per proteggere privacy e portafoglio

Come ogni anno, con il Natale alle porte, la corsa ai regali si fa sempre più frenetica. La tecnologia ormai rappresenta una valida alternativa alle affannate ricerche fra negozi, supermercati e grandi magazzini. La tendenza ad effettuare i regali sulle piattaforme online è stata confermata da una recente ricerca pubblicata da Confcommercio secondo cui gli italiani, nel 2023, spenderanno circa 2,4 miliardi di euro sull’e-commerce, dato che risulta in aumento del 9,5% rispetto al 2022.

Gli esperti di cybersecurity di Sophos, leader globale nell’innovazione e nell’erogazione della cybersicurezza as-a-service, hanno stilato una breve lista di suggerimenti per acquisti consapevoli, aiutando i consumatori a proteggersi dalle truffe online.

Attivare il blocco degli annunci pubblicitari – Gli annunci non solo tracciano ogni mossa dell’utente durante la navigazione online raccogliendo informazioni sulle sue abitudini, ma sono anche una delle principali fonti di link dannosi e contenuti ingannevoli su Internet. Bloccandoli, non solo la navigazione sarà più fluida e sicura, ma anche più veloce e consumerà meno larghezza di banda. Tra gli strumenti disponibili, molto efficaci sono ad esempio, uBlock Origin e Ghostery.

Usare la navigazione privata o la modalità incognito – Per evitare che le proprie abitudini di shopping e interessi vengano tracciate da un sito all’altro, è utile attivare la navigazione privata (Firefox) o la modalità incognito (Chrome). Questo bloccherà i cookie di tracciamento e aiuterà Internet a non tracciare i comportamenti online.

Rendi il tuo browser “privacy smart” – La Electronic Frontier Foundation (EFF) fornisce un’estensione del browser chiamata Privacy Badger che consente di mantenere la propria privacy e bloccando i tracker invisibili.

Evitare di utilizzare un unico account su diverse piattaforme – Quando si accede  a un sito di e-commerce, si è spesso tentati di utilizzare il pulsante “Accedi con Facebook” o “Accedi con Google”. Anche se ci vuole qualche minuto in più per creare un nuovo account, fornirà maggiore privacy, poiché non permetterà la condivisione dei dati di tutti i siti dove fai acquisti con Google e co.

Usare la modalità “ospite” quando disponibile – Oltre a consentire di utilizzare un account da altri siti web, molti portali online offrono un’opzione per utilizzare una modalità ospite anziché creare un nuovo account. Questa è un’ottima opzione se non si prevede di avere bisogno di supporto tecnico o di operare in modo ricorrente. Meno password, meno dettagli personali, meno problemi se vengono hackerati.

Non salvare i dettagli della carta di credito – Molti siti di e-commerce salveranno di default le informazioni della carta di credito nel profilo per “praticità”. Meglio evitare di memorizzarli affinchè diminuisca il rischio che possano finire in mano a malintenzionati.

Usare carte di credito virtuali –  molte istituzioni finanziarie offrono oggi carte di credito per le quali è spesso possibile specificare un limite di spesa in modo di proteggere ulteriormente il proprio conto in banca.

Usa la carta di credito, non la carta di debito – Tutti noi dobbiamo fare attenzione a non spendere troppo durante le festività, ma è meglio lasciare la carta di debito a casa. Le carte di credito offrono una protezione significativamente superiori contro le frodi online in caso di controversia il cliente si trova in una posizione di forza, in quanto è possibile sospendere il pagamento e contestare la spesa ritenuta fraudolenta.

Attenzione ai messaggi diretti tramite social media/app di chat – Con la moderna tecnologia generativa di intelligenza artificiale, è molto semplice creare un intero negozio online falso e attirare le persone a condividere le proprie informazioni personali e i dati di pagamento. È più sicuro fare acquisti su siti conosciuti e accreditati.

# # #

Sophos

Sophos, leader mondiale e innovatore di soluzioni avanzate di cybersecurity, tra cui servizi MDR (Managed Detection and Response) e incident response, mette a disposizione delle aziende un’ampia gamma di soluzioni di sicurezza per endpoint, network, email e cloud al fine di supportarle nella lotta ai cyber attacchi. In quanto uno dei principali provider di cybersecurity, Sophos protegge oltre 500.000 realtà e più di 100 milioni di utenti a livello globale da potenziali minacce, ransomware, phishing, malware e altro. I servizi e le soluzioni di Sophos vengono gestiti attraverso la console Sophos Central, basata su cloud, e si incentra su Sophos X-Ops, l’unità di threat intelligence cross-domain dell’azienda. Sophos X-Ops ottimizza l’intero ecosistema adattivo di cybersecurity di Sophos, che include un data lake centralizzato, che si avvale di una ricca serie di API aperti, resi disponibili ai clienti, ai partner, agli sviluppatori e ad altri fornitori di cyber security e information technology. Sophos fornisce cybersecurity as a service alle aziende che necessitano di soluzioni chiavi in mano interamente gestite. I clienti possono scegliere di gestire la propria cybersecurity direttamente con la piattaforma di Sophos per le operazioni di sicurezza o di adottare un approccio ibrido, integrando i propri servizi con quelli di Sophos, come il threat hunting e la remediation. Sophos distribuisce i propri prodotti attraverso partner e fornitori di servizi gestiti (MSP) in tutto il mondo. Sophos ha sede a Oxford, nel Regno Unito. Ulteriori informazioni sono disponibili su www.sophos.it.

Translate »