Gaming

Xbox One: Microsoft dice addio a DRM e check della connessione

Xbox One: Microsoft dice addio a DRM e check della connessione 1

Dopo alcuni rumors, ecco la conferma ufficiale da Don Mattrick in persona!

Stavamo per riportarvi alcune voci di corridoio che vedevano Microsoft apparentemente tentata a rivedere alcune delle sue discutibili scelte inerenti usato e richiesta di una connessione ad internet per la sua prossima console, elementi che hanno infuocato i forum di mezzo mondo e che han provocato veri e propri cori da stadio nel corso della conferenza Sony, che, a detta di molti, avrebbe trionfato nell’ultimo E3 proprio per via della sua sistematica negazione dei fastidiosi paletti imposti dal suo concorrente.

Your Feedback Matters – Update on Xbox One

Paletti che, a quanto pare, da questo momento sono stati rimossi dal colosso di Redmond.

Nel convulso rimbalzare di rumors e nel refresh continuo dell’affollatissimo Xbox Wire, sito sul quale l’azienda ha fino ad ora risposto alle domande più impellenti e scottanti dei suoi fedelissimi clienti ed aficionados, un post di Don Mattrick, il Presidentissimo che per primo ci ha mostrato la console nel corso dell’ official reveal di Maggio, conferma due punti importantissimi:

  • Non è richiesta alcuna connessione per giocare offline i giochi di Xbox One: dopo un primo ed univoco set-up, sarà possibile giocare tranquillamente e senza bisogno di doversi connettere. E’ stato rimosso il controllo ogni 24 ore, fino ad oggi requisito fondamentale e molto discusso, e finalmente abbiamo la certezza che potremo portare la nostra console ovunque vogliamo.
  • Vendita, acquisto, prestito e noleggio dei titoli su disco rimarrà invariata: come accade con la vostra Xbox 360, non ci sarà alcuna limitazione riguardante i supporti fisici. Smentita ogni possibile forma di DRM precedentemente menzionata.

Insomma, potrete giocare tranquillamente offline, non avrete bisogno di alcuna connessione, e potrete rivendere i vostri giochi, acquistare usati, prestare, senza bisogno di qualsiasi attivazione, amici in lista per 30 giorni ed amenità varie di cui si è parlato fino ad ora.

[Aggiornamento] Viene inoltre segnalato che, oltre alla possibilità di poter acquistare i titoli al D1 anche direttamente da Xbox Live, con la facoltà di giocarli tranquillamente offline, Xbox One, al contrario della console che l’ha preceduta, non avrà alcun blocco regionale, cosa già possibile dall’altra parte della barricata nella precedente generazione. Anche le limitazioni “geografiche”, in poche parole, sono state spazzate via. [Fine Aggiornamento]

Un passo indietro certamente dovuto all’infuriata risposta di tantissimi utenti, decisamente contrari ai paletti imposti da Microsoft, la quale si è detta attenta alle richieste del pubblico. Il suo cammino verso un futuro digitale rimane quello, ma perlomeno l’avanzata è decisamente più progressiva e meno aggressiva di quello che fino ad ora ci era stato dipinto.

Tutto è bene ciò che finisce bene? Diteci nei commenti se avete gradito o meno la mossa di Microsoft!

Fonte

Leave a Response

Translate »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. 

 

>> Cookie Policy <<