AppleRecensioni

Airmail 2 il re delle e-mail su Mac

Airmail 2 il re delle e-mail su Mac 1

Airmail 2.1 è un’app in grado di sostituire in tutto e per tutto l’app “Mail” già presente in OS X e per certi versi, offre funzionalità aggiuntive che possono facilitare ulteriormente il lavoro a tutti coloro che, per mestiere, necessitano di inviare numerose mail giornaliere.

Abbiamo ovviamente Mail già pre-inserito su Mac ma con la nuova Airmail questa può essere sostituita alla grande. Due motivi per convincervi: utilizzare gli shortcut di Gmail e l’integrazione con servizi che consentono la creazione di task a partire dai messaggi di posta.

Partiamo dall’inizio, cosa dobbiamo fare…..semplice: basta inserire nome, e-mail e password ed il gioco è fatto; è anche possibile andare ad inserire dei parametri un po’ più particolari (impostare un account aziendale). Di fianco ai box preposti per l’immisione delle nostre credenziali è anche presente il tasto Importa gli Accounts che permette appunto di importare gli account e-mail che precedentemente sono già stati immessi.

cKSWtds

Nello specifico questa funzione diventa utile nel caso in cui prima di utilizzare Airmail 2.0 avessimo usato un qualsiasi altro client di posta elettronica. In questo caso l’applicazione è in grado di “sondare il terreno” andando alla ricerca di tali profili e di importarli senza farci perdere un secondo di più.

Il design pulito di Airmail è aggiornato a Yosemite e si può scegliere di visualizzare le faccine dei mittenti, degli account e poi ci sono mille altri particolari per configurare Airmail secondo le proprie esigenze stilistiche (es. assegnare a ogni account in uso un colore diverso).

tumblr_inline_nk77lhBcoc1qhcytr

Il pannello delle impostazioni, da cui è possibile accedere tramite la classica combinazione dei comandi ⌘+, ci permette di raggiungere aree più profonde dell’applicazione. Partendo da sinistra, abbiamo il pannello Account dove sono presenti i nostri profili e al lato opposto, due piccole icone: la prima a forma di nuvola, ci permette di salvare il profilo su iCloud in modo da avere le preferenze sempre a portata di mano nel caso in cui volessimo cancellare e successivamente installare l’applicazione nuovamente. La seconda, a forma di ingranaggio, apre un altro sottomenù in cui sono presenti i parametri estesi del nostro account e-mail (Nome completo, descrizione, parametri SMTP e POP3, etc…), la firma, gli alias ed altri.

Generale, la seconda icona di fianco a quella degli Account, permette di impostare la lingua, il tipo di visualizzazione dell’applicazione (possiamo decidere se avere icona nel dock + icona sulla menùbar, oppure solo icona nel dock o solo icona sulla menùbar), ed altre piccole impostazioni come per esempio usare il tasto backspace per eliminare direttamente una e-mail oppure aprire un link in secondo piano.

screen800x500

Che dire poi di un interessante aspetto che consente l’aggiunta di componenti che si possono scaricare da un’apposita libreria di add-ons.

Non manca per gli amanti delle gesture la possibilità di archiviare e cancellare messaggio con uno swipe, ma non usando le frecce della tastiera come fa Mailbox.

Airmail è predisposta per gestire le email come task. Quando aggiungi un account vengono create automaticamente tre cartelle: to-do, memo e done. Lo scopo è suddividere i messaggi di posta a seconda che siano destinati a essere processati, da rivedere in un altro momento o archiviati.

Speriamo di vedere anche questa app su iOS ma intanto godetevela su Mac, davvero da avere.

Trovate Airmail 2.1 su Mac App Store al prezzo di 9,99€

Leave a Response

Federico Grigolini
Giurista di professione ed amante Apple per passione. La tecnologia mi affascina ed anche nel mio lavoro non posso farne a meno, provare e recensire i prodotti è il mio toccasana.
Translate »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. 

 

>> Cookie Policy <<